Lo scherzo russo la notte dei missili in Polonia: un finto Macron chiama il presidente Duda

Pubblicità
Pubblicità

La notte in cui cadde un missile in Polonia, il presidente polacco Andrzej Duda ha ricevuto una telefonata da parte di un falso Emmanuel Macron. Lo ammette oggi la presidenza polacca, spiegando in un tweet che Duda, sospettando una frode, ha chiuso la conversazione di fronte al “modo insolito” con il quale parlava l’interlocutore.

Lo “scherzo”, se così si può dire per una telefonata avvenuta una notte in cui si è rischiato l’allargamento del conflitto ucraino, è stato perpetrato dagli attori russi Vovan e Lexus, che hanno postato la registrazione della telefonata su Youtube. Si sente Duda dire al falso presidente francese di voler essere “extra prudente” e non volere “una guerra con la Russia”.

I due comici non sono nuovi a questo tipo di giocate. Si tratta di Vladimir Krasnov (noto anche con il cognome Kuznetsov) e Alexei Stolyarov, che in duo si fanno chiamare “Vovan e Lexus”. Lo scorso mese di giugno si erano finti il sindaco di Kiev Vitaly Klitschko e avevano contattato vari sindaci europei.  Più tardi si erano rivolti al magazine televisivo tedesco ARD Kontraste attribuendosi la paternità degli scherzi telefonici ai sindaci europei, fra cui anche quello alla sindaca di Berlino Franziska Giffey.

Nel 2015 avevano fatto scalpore per aver chiamato Elton John fingendo di essere Vladimir Putin, con l’intenzione di discutere dei diritti Lgbt con la stardel pop britannico. 

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source