Lombardia la Lega scarica Gallera sui vaccini anti Covid

Lombardia, la Lega scarica Gallera sui vaccini anti-Covid

La Republica News
Pubblicità
Pubblicità

195620733 0f7cdd69 0c17 4d3d a4f5 565544d78496

Bufera sull’assessore alla Sanità lombardo Giulio Gallera. Clamorosamente sconfessato dalla Lega sulla gestione delle vaccinazioni anti-Covid. Il messaggio fatto filtrare alle agenzie suona così: “Le dichiarazioni dell’assessore Gallera non sono state condivise e non rappresentano il pensiero del governo della Lombardia. Non possono comunque essere strumentalizzate dal governo Conte per accusare la Lombardia di ritardi nella campagna vaccinale”.

Da mesi l’assessore di Forza Italia, diventato il volto pubblico della lotta al Coronavirus nella regione più martoriata d’Italia, è vittima del fuoco amico. La sconfessione arrivata ora da imprecisate “fonti della Lega”, non smentita finora da Matteo Salvini, suona come l’anticipo di un divorzio. Il partito ha voluto prendere le distanze dalle dichiarazioni fatte dall’assessore sui ritardi nella somministrazione dei vaccini anti-Covid, con la tesi che il piano regionale doveva partire come previsto il 4 gennaio e non poteva essere anticipato perché il personale sanitario è in ferie. Preoccupazione per i ritardi nelle vaccinazioni, in particolare per la Lombardia, sarebbe stata espressa oggi nel corso del vertice del premier Conte con i tecnici. Da qui la distanza dall’assessore espressa dai leghisti.

Si vedrà se all’irritazione seguirà una cacciata dell’assessore dalla giunta lombarda.Per ora il governatore lombardo Attilio Fontana, l’unico a cui tocca decidere, tace. Parla invece il Pd, che con il deputato Emanuele Fiano annota: “Sfiduciare l’assessore che per i lombardi ricopre il ruolo più importante in questa fase, per di più con una dichiarazione anonima, rende ancora più paradossale e confusa la situazione. La Lega sia chiara, stanno scaricando Gallera?”.



Go to Source