L’oro d’acqua dolce di Cesarini e Rodini

Pubblicità
Pubblicità

TOKYO – Cinque squadre piombate sul traguardo in un secondo. Un finale da rodeo acquatico. Il fotofinish per decidere il vincitore. Alla fine — dopo 10 secondi che a Federica Cesarini e Valentina Rodini sono sembrati 10 ore — il verdetto: prima l’Italia. Il remo tricolore torna dopo 21 anni a vincere alle Olimpiadi. E nell’era dei Giochi della parità di genere, a vogare fino in cima al podio in una finale vietata ai deboli di cuore sono i due scriccioli (in questo mondo di marcantoni) d’acciaio del canottaggio tricolore: Federica Cesarini e Valentina Rodini, costrette per le ferree regole del doppio pesi leggeri a non far salire l’ago della bilancia oltre i 115 chili in…

Questo contenuto è
riservato agli abbonati

1€/mese per 3 mesi poi 5,99€/mese per 3 mesi

Attiva Ora

Tutti i contenuti del sito

3,50 €/settimanaprezzo bloccato

Attiva Ora

Tutti i contenuti del sito, il quotidiano e gli allegati in digitale

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source