190255944 187ee712 d1e9 4e09 ab3e fbc143d5b10a

M5S, dopo Rousseau il Movimento sceglie due piattaforme: SkyVote Cloud per il voto online e Odoo per i dati degli iscritti

La Republica News
Pubblicità
Pubblicità

190255944 187ee712 d1e9 4e09 ab3e fbc143d5b10a

L’era Rousseau è definitivamente chiusa e al suo posto ci saranno due piattaforme che si parlano, Odoo che gestirà i dati degli iscritti al Movimento, un’altra SkyVote Cloud che gestirà il voto online in maniera certificata, sviluppata da Multicast srl, azienda italiana di sviluppo software e servizi per la sicurezza informatica nata nel 2004 e che opera nel settore del voto elettronico dal 2014. La scelta è avvenuta “dopo un’attenta selezione di mercato, considerandolo appropriato alle proprie esigenze” e l’annuncio arriverà molto probabilmente in serata durante l’assemblea dei gruppi parlamentari M5S convocata alle 21.

I trasferimenti dei dati degli iscritti da Rousseau stanno avvenendo su Odoo di cui Isa s.r.l è partner in Italia. Di volta in volta sarà Odoo a comunicare a SkyVote chi può votare”, spiega Sandro Aquilanti, direttore Isa s.r.l, una delle due aziende – l’altra è la Multicast srl – contattate dal M5S per sostituire la piattaforma Rousseau nella gestione dei dati e nelle votazioni online.

Il commento

M5S e l’addio di Casaleggio, la penosa fine di un imbroglio spacciato per democrazia

“La natura del rapporto con il M5S è esclusivamente professionale e in nessun caso riconducibile a questioni di appartenenza politica – precisa una nota dell’azienda – Inoltre, Multicast srl non detiene i dati degli utenti, nè questi saranno registrati. I dati degli iscritti al M5s saranno solo utilizzati temporaneamente per l’identificazione da parte dei nostri sistemi nel momento in cui gli elettori si collegheranno al sistema di voto, per poi essere cancellati in modo definitivo alla conclusione delle operazioni di voto che saranno completamente anonime ed immodificabili”.

Conte e il nuovo M5S: “Non sarò un uomo solo al comando”. E sul governo Draghi: “Disorientati da alcune scelte ma lo sosteniamo”

Nel comunicato l’azienda spiega che “SkyVote Cloud fa parte di SkyVote, una ‘famiglia’ di prodotti composta anche da altri: SkyVote Meeting, SkyVote Decision, SkyVote Opinion e SkyVote People. Relativamente ad alcune notizie di stampa circolate in questi giorni, si ritiene necessario specificare che le soluzioni SkyVote non hanno nessuna relazione con framework o altre piattaforme, per esempio Odoo o altre open source o commerciali. Inoltre il marchio, i software e i servizi SkyVote non hanno nessuna relazione con la società Isa srl o altre società o partiti politici, ma sono di esclusiva proprietà di Multicast srl. Le soluzioni SkyVote sono note per le loro caratteristiche di robustezza, affidabilità, terzietà e sicurezza in tutti gli ambiti legati al voto, sono soluzioni Enterprise e si rivolgono ad una platea vasta e con esigenze di performance, privacy e garanzia di inviolabilità estremamente elevate. Per questo ad oggi SkyVote Cloud è tra le piattaforme per il voto elettronico più utilizzate in Italia. Attraverso tali piattaforme, infatti, negli ultimi anni, hanno votato oltre un milione di aventi diritto tra professionisti e cittadini, che hanno potuto esprimere in modo sicuro e certo il proprio voto in molteplici e diversi ambiti elettivi e partecipativi pubblici e privati”. Multicast srl “è una società certificata con grande esperienza in ambito di voto, sicurezza informatica, sviluppo software e consulenza IT ed ha molti clienti in ambito privato e pubblico. I servizi SkyVote sono erogati presso datacenter certificati e su territorio Italiano ed europeo, quindi completamente rispondenti alle normative ed alle specifiche di privacy e sicurezza dei dati personali previsti dal regolamento europeo Gdpr”, conclude la nota.

Consultando il sito internet di Multicast srl, cliccando nella sezione relativa alla piattaforma SkyVote, nel portfolio (“In questa pagina sono riportati alcuni tra i nostri clienti”, si legge) figurano tra gli altri la Confcommercio, il Consiglio nazionale del Notariato, la Rai, la Figc Italia, la Federazione italiana tabaccai, l’Associazione librai italiani, il Partito democratico di Ancona.



Go to Source