M5S, il Consiglio di Garanzia dichiara nulla l’espulsione di sei senatori

Pubblicità
Pubblicità

L’espulsione di sei parlamentari del Movimento 5 stelle non è valida. Lo ha stabilito il Consiglio di garanzia, l’organo di appello di palazzo Madama.

“Abbiamo accolto l’appello dichiarando la nullità dell’espulsione ” spiega il presidente del Consiglio di garanzia. Si tratta di sei parlamentari che hanno fatto ricorso: Barbara Lezzi, Elio lannutti, Rosa Silvana Abbate, Luisa Angrisani, Margherita Corrado e  Fabio di Micco.

Il Consiglio di Garanzia ha deliberato anche sui vitalizi britenendo legittimo il taglio ma errato il metodo di calcolo. Per questi motivi è stata dichiarata l’illegittimità della delibera dell’ufficio di presidenza n.6 del 2018 nella parte in cui ha preso come età di riferimento per il calcolo del montante l’età del Senatore al momento della percezione del vitalizio anziché quella successiva alla delibera stessa”. Luigi Vitali ed Ugo Grassi, i senatori correlatori della sentenza, hanno poi sollevato eccezioni di incostituzionalità “in ordine alla illegittimità di interventi retroattivi e permanenti effettuati con regolamenti minori”. E hanno concluso: “Ci è voluto tempo ma il Collegio è giunto ad una decisione unanime”.

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source