M5S, la base dice sì al nuovo Statuto: il via libera arriva con l’87% dei voti a favore

Pubblicità
Pubblicità

A metà pomeriggio dalla nuova piattaforma di voto dei 5 Stelle era partito un sms per tutti coloro che non avevano ancora partecipato alla consultazione sul nuovo Statuto: “Quasi raggiunto il quorum, il tuo voto conta!”. Alla fine per Giuseppe Conte è andata bene: il primo passaggio della rifondazione del Movimento che istituisce tra le altre cose la figura del presidente è stato votato, tra ieri e oggi, dalla maggioranza degli iscritti. Circa 61 mila voti su 113.800 mila aventi diritto voto, 53 mila sì (pari all’87,4 per cento).

M5S, Di Maio: “Niente scossoni, chi minaccia il governo affossa la ripresa del Paese”

Era fondamentale raggiungere il quorum del 50 per cento più uno degli iscritti per vidimare il voto alla prima chiamata, adesso la prossima tappa è dare un nome e cognome al nuovo presidente, appunto l’ex presidente del Consiglio. Votazione che si terrà il 5 e 6 agosto.

M5S, online la versione definitiva del nuovo statuto. Il voto lunedì

“È stato un momento di altissima democrazia – ha spiegato il rappresentante legale del M5S Vito Crimi nell’annunciare il voto – Questo Statuto è una pietra miliare, rappresenta non solo uno strumento organizzativo ma che ci dà anche una identità”. Crimi ha poi rilevato che ci sono stati dei tentativi di intrusione nella votazione, ma che sono stati neutralizzati dal sistema di sicurezza interno della piattaforma SkyVote.

A questo punto, il 5 e 6 agosto – fa sapere ancora Crimi – gli iscritti voteranno sulla piattaforma Skyvote la proposta del garante Beppe Grillo di eleggere Conte presidente del Movimento.

La protesta

M5S, valanga di insulti contro Conte: parte la rivolta organizzata, oltre 40 mila tweet nel giorno del voto sullo statuto

Dopo il voto, Conte scrive su Facebook: “Oggi è un grande giorno, una grande festa di partecipazione democratica, in particolare per tutti coloro che si riconoscono nel progetto politico-sociale che segna il nuovo corso del Movimento 5 Stelle. Si è appena conclusa la votazione degli iscritti. E’ stato superato il quorum in prima convocazione e il nuovo Statuto, insieme alla Carta dei Princìpi e dei Valori, sono stati approvati dal 87,36% degli iscritti. Ringrazio di cuore – prosegue – tutte coloro e tutti coloro che hanno partecipato a queste giornate di democrazia che consolidano e danno forma questo ambizioso progetto, che ci ha impegnato per mesi. Un ringraziamento particolare rivolgo a Vito Crimi, che ha seguito con grande dedizione questa delicata fase di transizione e che ha curato che il passaggio alla nuova piattaforma di voto avvenisse senza intoppi”.

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source