M5S, l’annuncio di Grillo: “Dal 18 al 21 agosto il congresso online sul reddito universale”

Pubblicità
Pubblicità

Dopo aver rilanciato il tema nei giorni scorsi, ora il fondatore del Movimento 5 Stelle prova a coinvolgere l’opinione pubblica per costringere il governo a riflettere sulla questione. Sul suo blog questa mattina Beppe Grillo ha pubblicato un post in cui annuncia un imminente convention che affronterà il tema del reddito universale, una sorta di estensione del reddito di cittadinanza. Mentre dunque il premier Draghi si appresta a tornare dalla breve vacanza in Umbria per affrontare i temi più caldi del momento, dal caso Durigon allo ius soli, Grillo insiste sulla necessità di un salario minimo garantito a tutti, anche se non ha un impiego.  “Dal 18 al 21 agosto si terrà il più grande congresso online sul Reddito universale. Iscrivetevi e partecipate”, scrive il fondatore del Movimento su Twitter.

Mentre dunque un lato Renzi e il centrodestra chiedono l’abolizione del reddito di cittadinanza, dall’altro Conte e i pentastellati invocano che la misura venga mantenuta, anche se la ritengono migliorabile. Dal canto suo, lo stesso Draghi ha fatto sapere di non avere intenzione di abolire il sostegno economico per chi non ha un lavoro, ma allo stesso tempo il governo sta studiando delle modifiche. Per Grillo, però, questo non sarebbe sufficiente, perchè ciò che a suo dire servirebbe è appunto il reddito universale.

M5S, Beppe Grillo torna all’antico e rilancia il reddito universale

Sul suo blog ha quindi pubblicato un posto con il programma e il link per iscriversi all’evento, il ventiduesimo congresso del Basic Income Network. “Il tema del Congresso di Glascow di quest’anno – spiega Grillo – è ‘dall’idea alla realtà’; considerare come possiamo trasformare il reddito di base universale da una grande idea di cambiamento a realtà. Ci saranno – prosegue il garante del M5S – circa 200 presentazioni, panel ed eventi, che la renderanno la più grande conferenza sul reddito di base al mondo. Il Congresso sarà ospitato su Whova, una piattaforma di conferenze online”.

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source