“Ma quale fake news?”. Bambini umiliati in classe, la 2° foto-choc di Giovanni Toti: e la Azzolina che dice?

Libero Quotidiano News

Sullo stesso argomento:

16 settembre 2020

Dai “Bimbi per strada” hit estiva di Fedez siamo passati a bimbi in ginocchio. I banchi sono arrivati nella scuola elementare Maria Mazzini nel quartiere Castelletto di Genova. La scuola dove le maestre 24 ore prima avevano scattato una foto che ritraeva bambini, appunto, ginocchioni che utilizzavano le sedie come banco.  Foto fatta girare su Facebook anche dal governatore della Liguria, Giovanni Toti.
Severo era stato il giudizio del ministro dell’Istruzione Lucia Azzolina che ha commentato: “Penso che tutto si dovrebbe fare meno che strumentalizzare foto con bambini, tanto meno per tornaconto elettorale”. Intanto, scrive Il Giornale  mentre arrivavano i banchi, e mentre Toti faceva notare che “in certe occasioni basterebbe chiedere scusa, o bastava comprare i banchi per tempo”, ci ha pensato l’assessore regionale Ilaria Cavo a rinfocolare la polemica. Sulla sua pagina Facebook ha pubblicato un’altra immagine, di un’altra classe della stessa scuola con i ragazzini sempre in ginocchio a disegnare sulle sedie.

La Cavo se la prende con il direttore didattico in quale aveva sostenuto che nella foto della scuola elementare i bambini stessero “disegnano in libertà”. “Gli studenti, lo vedete, sono un po’ più grandi (…)ecco un’altra foto: sempre di ieri, sempre Genova, stessa scuola, solo un’altra classe”, ha scritto la Cavo, “Anche loro, chiediamo al direttore didattico, stanno disegnando sereni in libertà? Anche in questo caso ci troviamo di fronte a una maestra ingenua? La verità è che le insegnanti si sono adoperate al massimo e meritano tutta la comprensione e solidarietà ma non hanno i mezzi per fare lezione e quella di far fare scrivere sulle sedie è stata, purtroppo, una soluzione reiterata in più classi”.

Please enable JavaScript to view the comments powered by Disqus.



Go to Source

Commenti l'articolo

Rispondi