160657636 7b3ec26b 3fb4 4cdf 9f9f 716c7386b5a0

Manchester United, protesta contro la società: i tifosi invadono Old Trafford

La Republica News
Pubblicità
Pubblicità

160657636 7b3ec26b 3fb4 4cdf 9f9f 716c7386b5a0

MANCHESTER – Scene incredibili all’Old Trafford, roba che non si vedeva da diversi anni nel calcio inglese. Centinaia di tifosi del Manchester United hanno invaso lo stadio e il campo della loro squadra con fumogeni, bandiere e cori furiosi, a due ore dal match dei “red devils” contro il Liverpool. Non solo: i manifestanti, molti senza mascherina, hanno anche assediato il bus dello United, bloccandone il trasferimento verso lo stadio. Obiettivo: chiedere l’uscita dei patron americani Glazer dalla dirigenza della squadra, dopo il caso SuperLega e la rivolta popolare che il progetto aveva scatenato tra le tifoserie inglesi.

SuperLega, l’invasione di campo dei tifosi del Manchester United contro il patron Glazer

I tifosi non hanno dimenticato il caso Superlega

La partita tra United e Liverpool, che oltre alla zona Champions può essere decisiva anche per decretare il City campione della Premier League (se i reds vincessero), era prevista a porte chiuse per le restrizioni anti Covid. Ciononostante, in centinaia della frangia dei tifosi più radicali United hanno prima assediato lo stadio dell’Old Trafford esponendo cartelli, anche minatori, contro i Glazer, considerati “complici” del progetto SuperLega: “Questo è il vostro funerale, non il nostro: il Manchester United non morirà mai”, “Glazer out”, “Vergognatevi”, eccetera. Poi, dopo aver sfondato il cordone di sicurezza, sono riusciti a entrare in campo e invaderlo per protestare platealmente contro i proprietari americani dello United.

La partita, seppur ritardata, dovrebbe comunque disputarsi perché la polizia ha appena ripreso il controllo della situazione. È molto probabile che i sostenitori coinvolti vengano puniti con restrizioni ad personam appena gli stadi verranno riaperti regolarmente al pubblico in Inghilterra. Molti di loro oggi indossavano i colori giallo e verde, quelli originari del Manchester United e riesumati in questi ultimi anni nelle proteste contro i Glazer, non solo nel caos SuperLega, che negli ultimi giorni ha provocato la reazione di migliaia di tifosi contrari in tutta l’Inghilterra, oltre a quella del governo di Boris Johnson che ha imposto una opposizione durissima al progetto che avrebbe dilaniato il prestigio e il ricco brand della Premier League.



Go to Source