Mancini allenatore dell’Arabia Saudita, domani sarà a Riad: stipendio e durata del nuovo accordo

Pubblicità
Pubblicità

A questo punto manca soltanto l’annuncio ufficiale. Due settimane esatte dopo aver lasciato la Nazionale, Roberto Mancini è pronto a firmare con l’Arabia Saudita. Sarà a Riad lunedì 28 agosto per essere presentato come nuovo ct della nazionale saudita, a cui si legherà per i prossimi tre anni, con l’obiettivo dichiarato di guidare la squadra alla qualificazione per i Mondiali americani del 2026.

Un calcio da sceicchi

Mancini ct dell’Arabia Saudita: stipendio e durata del contratto

Il primo contatto risale alla fine di giugno, favorito dall’agente Ramadani. Roberto Mancini in Arabia guadagnerà una cifra tra i 18 e i 20 milioni netti a stagione, a cui aggiungere vari bonus: da quelli per la qualificazione ai Mondiali a un pacchetto illimitato di viaggi per l’Italia. A curare l’accordo, la moglie avvocato, Silvia Fortini. La stessa che ha gestito la rottura con la Figc: dalla richiesta di rimuovere la clausola che avrebbe permesso di stracciare gratuitamente il suo contratto nel caso avesse fallito la qualificazione agli Europei alla mail di una settimana fa, in cui chiedeva sostanzialmente una rinuncia a chiedere indennizzi in caso di nuovo tesseramento. Il contratto dell’ex ct con la Federcalcio italiana, infatti, prevedeva una serie di circostanze in cui il tecnico avrebbe potuto liberarsi gratis: nessuna di queste è stata ottemperata con le sue dimissioni del 12 agosto.
 

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *