Mancini si dimette dalla guida della Nazionale. La Figc: “Nei prossimi giorni il nome del nuovo ct”

Pubblicità
Pubblicità

Roberto Mancini lascia la panchina della Nazionale. Un fulmine a ciel sereno. L’ormai ex ct azzurro ha comunicato ieri – via pec – la sua decisione. La Figc con una nota pubblicata sul suo sito poco prima delle 14 ha ufficializzato quella che è una clamorosa rottura. “La Federazione Italiana Giuoco Calcio – si legge – comunica di aver preso atto delle dimissioni di Roberto Mancini dalla carica di Commissario Tecnico della Nazionale italiana, ricevute ieri nella tarda serata. Si conclude, quindi, una significativa pagina di storia degli Azzurri, iniziata nel maggio 2018 e conclusa con le Finali di Nations League 2023; in mezzo, la vittoria a Euro 2020, un trionfo conquistato da un gruppo nel quale tutti i singoli hanno saputo diventare squadra”. Nei giorni scorsi Mancini era stato nominato coordinatore delle Nazionali, dalla maggiore all’Under 20.

Mancini coordinatore delle Nazionali, dalla maggiore all’Under 20

Il nuovo ct

La ricerca di un nuovo allenatore è iniziata subito. Al momento tra i tecnici senza panchina i nomi più gettonati sono quelli di Luciano Spalletti, fermo dopo aver guidato il Napoli alla conquista dello scudetto e Antonio Conte, che ha già allenato l’Italia tra il 2014 e il 2016 e a marzo scorso ha risolto il contratto che lo legava al Tottenham. “Tenuto conto degli importanti e ravvicinati impegni per le qualificazioni a UEFA Euro 2024 (10 e 12 settembre con Nord Macedonia e Ucraina), la FIGC comunicherà nei prossimi giorni il nome del nuovo CT della Nazionale”.

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *