Mantova carabinieri 114 reati nel 2020 quasi dimezzati furti in casa

Mantova: carabinieri, -11,4% reati nel 2020, quasi dimezzati furti in casa

Libero Quotidiano News
Pubblicità

Condividi:

02 gennaio 2021

Milano, 2 gen. (Adnkronos) – Nel 2020, condizionato dall’emergenza sanitaria del covid-19, l’Arma dei carabinieri ha proceduto per 9.645 reati a Mantova e provincia e ha individuato i responsabili di 2.432 episodi (2.671 nel 2019). L’andamento dei delitti nell’ultimo anno in tutta la provincia di Mantova ha segnato un calo pari al 11,4% rispetto al 2019, secondo il bilancio annuale.
In particolare, nella provincia di Mantova si evidenzia, la diminuzione del totale dei delitti: 11.378 (a fronte dei 12.850 del 2019); delle rapine: 79 a fronte delle 88 avvenute nel 2019) di cui 55 perseguite dai carabinieri; dei furti: 3.624 (contro i 5.629 nel 2019) di cui 3.435 perseguiti dall’Arma. Si registrano 872 furti in abitazione (1.564 nel 2019); 370 furti in esercizi commerciali (512 nel 2019); 331 furti con destrezza (527 nel 2019). Costante il controllo del territorio espresso con 25.514 servizi, ha consentito di controllare 207.855 persone (97.662 nel 2019) e 151.267 vetture (69.876 nel 2019).
I carabinieri della Provincia di Mantova hanno arrestato 304 persone (+12,6%) e ne hanno denunciate 2.866 (-17%). Nell’ambito della sicurezza stradale sono state elevate 2.885 contravvenzioni (4.545 nel 2019), sono stati rilevati 195 incidenti stradali (389 nel 2019) e sono state deferite in stato di libertà 88 persone risultate positive ai test agli effetti dell’alcool (230 nel 2019).
Nel settore del contrasto al consumo e spaccio di sostanze stupefacenti sono state arrestate 26 persone per spaccio (10 nel 2019) e sequestrati 11 chili di sostanze stupefacenti. La nuova normativa sul cosiddetto Codice Rosso ha portato a 25 arresti (10 nel 2019) e 157 denunce (139 nel 2019). Invariato il numero delle violenze sessuali (26).
In materia ambientale i carabinieri Forestali hanno effettuato 1.074 controlli (+ 24,5%), che hanno determinato la contestazione di 78 illeciti amministrativi e la denuncia all’autorità giudiziaria di 20 persone. Sul fronte del contrasto al caporalato sono state ispezionate 20 aziende, per otto è scattato il provvedimento di sospensione dell’attività, sono stati controllati 120 lavoratori, individuati 51 lavoratori irregolari, emesse sanzioni amministrative per 257.333 mila euro, eseguiti 5 arresti e denunciato 27 persone. In un anno segnato anche da gesti di solidarietà le richieste di intervento alle centrali, tramite il 112, sono state ben 24.821, “segno di una forte fiducia nell’istituzione”.



Go to Source