Mathieu Kassovitz gravemente ferito per un incidente con la moto

Pubblicità
Pubblicità

Mathieu Kassovitz ha avuto un incidente in moto mentre correva su un circuito. L’attore e regista francese, 56 anni, è rimasto gravemente ferito in un incidente con la moto sul circuito automobilistico di Montlhery, nella regione dell’Essonne, vicino a Parigi. Lo ha reso noto la tv Bfm, che cita fonti vicine all’artista. Arrivati subito i soccorsi, il regista è stato definito “grave” e trasferito urgentemente nell’ospedale parigino del Kremlin-Bicetre. Kassovitz era diventato famoso per aver diretto il film L’odio nel 1995 con Vincent Cassel, e la sua carriera è proseguita fra il cinema e la passione per i motori. Nel 2009, al volante di una Tesla Roadster, ha vinto il Rallye Monte Carlo des Énergies Nouvelles, nella categoria dei veicoli elettrici.

Mathieu Kassovitz comincia a recitare a 11 anni come attore nel film Au bout du bout du banc, diretto dal padre Peter. Nel 1993 esordisce con il film Meticcio, con due nomination ai Premi César, per la miglior opera prima e come miglior promessa maschile. Dopo aver vinto il Premio César come miglior promessa maschile e il Premio Jean Gabin per la sua interpretazione in Regarde les hommes tomber (1994) di Jacques Audiard, raggiungeil successo nel mondo cinematografico come uno dei più promettenti giovani autori del cinema francese con la sua opera seconda da regista, L’odio (1995), che vince il premio per la migliore regia al 48º Festival di Cannes e tre Premi César, per il miglior film, miglior montaggio e miglior produttore (su un totale di undici nomination, tra cui quelle per miglior regista e miglior sceneggiatura). Ha lavorato con registi come Jean-Pierre Jeunet (Il favoloso mondo di Amélie), Costa-Gavras (Amen), interpretazione che gli ha valso una nomination ai Premi César come miglior attore, Luc Besson con il quale ha girato il Quinto elemento e Valerian e la città dei mille pianeti, e nel 2005 Steven Spielberg (Munich). 

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source