Mattarella al Meeting di Rimini: “Vaccinarsi è un dovere, serve responsibilità”

Pubblicità
Pubblicità

“Vaccinarsi è un dovere”. Un nuovo appello agli italiani è uno dei passaggi del discorso  con cui il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, in collegamento dal Quirinale, apre il Meeting di Rimini, salutato dagli applausi scroscianti del grande padiglione della Fiera tornato a riempirsi di persone (con rigidi protocolli anti Covid)  e dall’apertura del presidente del Meeting Bernhard Scholz.

La pandemia ci ha dimostrato quanto bisogno ci sia di responsabilità. Nell’azione dei governi, nei tessuti produttivi , ma anche in ciascuno di noi. Uno strumento per difenderci e tutelare i più deboli, come ha detto Papa Francesco”. Lo dice il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella collegato da remoto all’inaugurazione della kermesse di Comunione e Liberazione giunta alla 42esima edizione.

Il Presidente pone l’accento sul “coraggio della società collettivo”. “Un virus temibile e sconosciuto – continua Mattarella – ha propagato i suoi effetti su uomini società ed economie. E ha provocato crisi ancor più gravi di quelle che avevano vissuto in questo primo scorcio di millennio. Ci siamo scoperti più fragili di quanto credevamo Fatto esperienza del dolore, della solitudine. Ma nella  comunità  abbismo trovato risorse decisive . Avere il coraggio dell’Io richiama quindi necessità di rivolgersi ad uno, a tanti Tu. È per tanti credenti incrocia il rapporto con Dio. L’io consapevole esclude l’egoismo o nell’impotenza. Il futuro non può essere costruito che insieme”

L’evento va in scena a pochi giorni dall’inizio del semestre bianco, al termine del quale scadrà il mandato del Presidente della Repubblica. Saranno dieci in tuttto i ministri che interverranno al Meeting: da Bonetti a Gelmini, da Giorgetti a Orlando a Speranza, da Colao a Cingolani, Di Maio, Bianchi e Giovannini. Ma che i leader delle principali forze politiche, come Salvini, Letta, Conte, Tajani e Meloni.

Torna il Meeting di Rimini e sfila mezzo governo: “Noi aperti a tutte le idee”

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source