Maturità 2023, ecco le materie della seconda prova: Latino al classico e Matematica allo scientifico

Pubblicità
Pubblicità

Latino al Liceo classico, Matematica al Liceo scientifico, Economia Aziendale per gli Istituti tecnici del Settore economico indirizzo “Amministrazione, Finanza e Marketing”, Progettazione, costruzioni e impianti per l’indirizzo “Costruzioni, Ambiente e Territorio”. Ecco le discipline scelte per la seconda prova scritta della Maturità 2023 in base al decreto firmato dal Ministro dell’Istruzione e del Merito Giuseppe Valditara.

Come funziona l’esame

Per il resto l’esame di Stato torna al passato, dopo tre anni scolastici in cui la maturità ha visto rilevanti modifiche dovute all’emergenza epidemiologica: una prima prova scritta di Italiano, comune a tutti gli indirizzi di studio, che si svolgerà dalle ore 8.30 di mercoledì 21 giugno 2023; una seconda prova scritta, riguardante le discipline caratterizzanti i singoli percorsi di studio; il colloquio, che ha l’obiettivo di accertare il conseguimento del profilo educativo, culturale e professionale della studentessa e dello studente. Nel corso del colloquio, il candidato esporrà anche le esperienze svolte nell’ambito dei percorsi per le competenze trasversali e per l’orientamento (Pcto) e le competenze acquisite nell’ambito dell’Educazione civica. La terza prova è prevista solo in alcuni indirizzi di studio (sezioni EsaBac, EsaBac techno, sezioni con opzione internazionale, scuole della Regione autonoma Valle d’Aosta, della Provincia autonoma di Bolzano e scuole con lingua d’insegnamento slovena e bilingui sloveno/italiano del Friuli-Venezia Giulia).

Come sono fatte le commissioni

Le Commissioni d’esame sono composte da un presidente esterno, da tre membri esterni e tre interni all’istituzione scolastica.

Quali sono le materie per tutti gli indirizzi

Per i licei le materie della seconda prova prevedono dunque latino per il liceo classico; matematica per lo scientifico, anche per l’opzione scienze applicate e la sezione ad indirizzo sportivo; lingua e cultura straniera 1 per il linguistico; scienze umane per il liceo delle scienze umane (diritto ed economia politica all’opzione economico-sociale); discipline progettuali caratteristiche dei singoli indirizzi per il liceo artistico; teoria, analisi e composizione per il liceo musicale; tecniche della danza per il liceo coreutico.

Per gli istituti tecnici Economia aziendale per l’indirizzo “amministrazione, finanza e marketing”; economia aziendale e geo-politica nell’articolazione “relazioni internazionali per il marketing” e discipline turistiche e aziendali per l’indirizzo turismo; progettazione, costruzioni e impianti per l’indirizzo “costruzioni, ambiente e territorio”, per “informatica e telecomunicazioni”, informatica e telecomunicazioni per i rispettivi indirizzi; progettazione multimediale nell’indirizzo “grafica e comunicazione”; produzioni vegetali per gli indirizzi agrari, enologia per l’articolazione “viticoltura ed enologia”.

Per gli Istituti professionali scienza e cultura dell’alimentazione per l’indirizzo ‘servizi per l’enogastronomia e l’ospitalità alberghiera”‘ articolazione enogastronomia, diritto e tecniche amministrative della struttura ricettiva nell’articolazione accoglienza turistica; tecniche professionali dei servizi commerciali per l’indirizzo ‘servizi commerciali’; tecniche di produzione e di organizzazione per l’indirizzo ‘produzioni industriali e artigianali’, articolazione industria.

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *