Mazepin, licenziato dalla Haas, lancia una fondazione per aiutare gli atleti russi  

Pubblicità
Pubblicità

Il pilota russo Nikita Mazepin, licenziato la scorsa settimana dal team Haas di Formula 1 dopo l’invasione dell’Ucraina, ha annunciato la creazione della fondazione We compete as one per sostenere gli atleti che perdono il lavoro “per motivi politici”.  Il pilota, 23 anni, è figlio del miliardario e oligarca russo Dmitry Mazepin, azionista del gruppo Uralkali, specializzato nella produzione di potassio, che sponsorizzava la scuderia statunitense. Anche quel contratto è stato rescisso ma la Uralkali ha annunciato che chiederà un risarcimento danni e la restituzione di quanto versato a titolo di sponsorizzazione per il 2022, soldi che verrebbero poi girati proprio a We compete as one. Poco dopo il suo messaggio sui social, Mapezin è stato però incluso nella nuova lista di personalità che l’Ue sottoporrà a misure restrittive, come il congelamento dei beni e il divieto di ingresso nell’Unione. E questo per il ruuolo del padre, “coinvolto in settori economici che forniscono una sostanziale fonte di reddito al governo della Federazione Russa”.

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source