Meloni ritarda, Giachetti protesta: “Trattati da camerieri”. La premier si scusa: “C’era traffico”

Pubblicità
Pubblicità

Piccolo contrattempo in aula alla Camera dei Deputati, riunita per le comunicazioni di Giorgia Meloni in vista del Consiglio Europeo. La presidente del Consiglio non era presente alle 9:30, orario di convocazione della seduta, con il vice-presidente dell’aula Sergio Costa costretto a sospendere per circa venti minuti. Alla ripresa, alla presenza del presidente Lorenzo Fontana, il deputato di Azione – Italia Viva Roberto Giachetti ha chiesto la parola per protestare su quanto accaduto: “Non mi era mai capitata una cosa del genere nella mia vita. Siamo stati trattati da camerieri, non è normale – ha detto – Non è solo questione di educazione ma anche di rapporti istituzionali. So che sareste capaci di dire che è colpa della sinistra perché c’era traffico”. Le parole del deputato sono state accompagnate dalle proteste degli esponenti della maggioranza, mentre Meloni prendendo parola ha voluto far chiarezza su quanto accaduto. “Mi scuso con il collega Giachetti e con l’aula. Sono stata io a chiedere il rinvio per un oggettivo motivo di traffico. Non avevo previsto di trovare quel che ho trovato oggi in strada – ha detto – Non ho detto che è colpa di Gualtieri, bensì che c’era traffico. Poi ognuno trarrà le proprie conclusioni…”

a cura di Luca Pellegrini

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source