Meteo ondata di maltempo sullItalia gelo e Neve al Nord. Milano si sveglia sotto la neve

Meteo, ondata di maltempo sull’Italia: gelo e Neve al Nord. Milano si sveglia sotto la neve

La Republica News
Pubblicità
Pubblicità

Ondata di maltempo sull’Italia: sulla Penisola una perturbazione porta freddo e neve al Nord dove si prevede tempo in prevalenza nuvoloso su tutte le regioni, con fenomeni nevosi anche in pianura.
Stamattina Milano si è risvegliata sotto la neve. Come da previsioni, una sottile coltre bianca ha ricoperto il capoluogo lombardo. Al momento non si registrano particolari disagi. Anche altre città lombarde sono ricoperte da qualche centimetro di neve. Secondo le previsioni meteo, la nevicata potrebbe durare su Milano fino alla tarda mattinata o al primo pomeriggio.

Secondo le previsioni, i fenomeni saranno più intensi sull’Appennino emiliano e sul Triveneto. Tra la tarda mattinata e il pomeriggio di oggi i fenomeni dovrebbero attenuarsi sulle pianure piemontesi e sulla Liguria di ponente.
Tra il pomeriggio e la sera temporanee schiarite sui settori meridionali di Piemonte, Lombardia, Veneto e Friuli-Venezia Giulia e generale attenuazione dei fenomeni, tranne su Val d’Aosta e rilievi di ovest Piemonte.
Al Centro, tempo molto nuvoloso su regioni tirreniche, Umbria e centro nord della Sardegna. Sono previste precipitazioni anche a carattere di rovescio temporalesco ad iniziare dalla Toscana settentrionale, in rapida estensione al restante centro e quota neve sulle aree appenniniche sopra ai 1.000 metri.
In serata è attesa una attenuazione dei fenomeni ad eccezione dell’alta Toscana e parziali schiarite su Sardegna, Toscana e settori settentrionali di Marche ed Umbria.
A Sud, molte nubi su Sicilia, Campania, Basilicata tirrenica, Molise e Puglia garganica con locali rovesci sulle aree peninsulari e in temporanea intensificazione pomeridiana; ampie zone di sereno altrove.
Temperature minime in rialzo sulle regioni centrali, specie su Sardegna, Toscana ed alto Lazio; Stazionarie o in lieve calo sulle rimanenti zone: massime in tenue calo su Liguria e Valpadana ed in generale aumento sul resto del paese, in particolar modo su regioni centrali e Puglia settentrionale.



Go to Source