“Metti tutto nel baule”. Caserma degli orrori, Montella e la moglie: intercettazione inquietante, cosa sapeva?

Libero Quotidiano News

Sullo stesso argomento:

24 luglio 2020

Emergono nuove intercettazioni su Giuseppe Montella uno dei carabinieri arrestati a Piacenza, nell’ambito dell’inchiesta Odysseus, che ha portato a diciassette arresto, tra le quali cinque carabinieri della caserma Levante finiti in carcere e uno agli arresti domiciliari.
Nelle intercettazioni pubblicate dal Corriere della Sera emerge il rapporto tra Montella e la sua fidanzata  Maria Luisa Cattaneo, 38 anni, detta “Mary”. Una relazione fatta di confidenze, consigli e anche ruoli operativi da parte della donna, che lo accompagna a ritirare con la sua auto anche stupefacenti.  Per Mary l’appuntato riesce anche ad ottenere un pass per la Ztl del centro storico riservato solo a chi svolge funzione di ordine pubblico. E’ lo stesso comandante della Levante, il maresciallo Marco Orlando a firmarlo. 
I due condividono anche la contabilità degli affari. Ne è prova una conversazione che gli investigatori del Nucleo di polizia tributaria delle fiamme gialle di Piacenza intercettano in auto. Si parla di una cartellina all’interno della quale sono nascosti contanti. Una grossa cifra: “Amore questa cartellina con i soldi posso metterla nel baule?”, chiede Mary Cattaneo. Il compagno però ha necessità di soldi cash e le chiede di lasciarla “davanti”: “No amore mettila davanti perché mi servono i soldi, ho solo 50 euro………. anzi ti.. sfilami da dentro 100 euro e poi quella la metti nel baule”. 

Montella, quando la indagini stanno per concludersi, trova una microspia nella sua Audi A4, cosi decide di bonificare le macchine dei complici e quella della compagna ma non le trova tutte  e pensa di parlare sicuro:  “Loro amore, loro non vanno mai ad immaginare che abbiamo sgamato le ambientali!”, dice Montella l’appuntato alla compagna. Lei risponde: “Ma va!! …non lo scoprirebbero mai!”. Montella: “Non lo immaginerebbero mai!! …che gliene abbiamo sgamate tre su tre!”.
Non solo, Montella si confida persino con il figlo di 11 anni avuto da un precedente matrimonio. Con compiacenza racconta di essersi «stirato» per aver «pestato» con troppa violenza un arrestato:
Montella: “Ieri mi sono fatto un male”.Figlio: “Cosa ti sei fatto?”Montella: «Mi sono…quasi…secondo me ho preso un piccolo strappo»Figlio: “Facendo che roba?”Montella: “Perché sono corso dietro a un negro per prenderlo che se ne era scappato …e a freddo min… mi sono fatto un male della Madonna”Figlio: “L’hai preso poi?”Montella: “Mmm”Figlio: “Gliele avete date?”Montella: “Mmm”Figlio: “Chi eravate?”Montella: “Io, Giacomo (n.d.r.: Giacomo Falanga), Salvo (n.d.r.: Salvatore Cappellano) Daniele (n.d.r.: Daniele Spagnolo) Angelo (n.d.r.: Angelo Esposito)”Figlio: “Chi l’ha picchiato?”Montella: “Eh un po’ tutti che se mi fa male caz…!!! Un male ho sentito ieri mi sono dovuto mettere l’arnica, cerotti. Ho fatto lo scatto a freddo!!”. 

Please enable JavaScript to view the comments powered by Disqus.



Go to Source

Commenti l'articolo

Rispondi