111528961 bc85e629 25d0 4682 813d 1d3dce474e60

Migranti, la Spagna schiera l’esercito a Ceuta. Sanchez annulla il viaggio a Parigi

La Republica News
Pubblicità
Pubblicità

111528961 bc85e629 25d0 4682 813d 1d3dce474e60

MADRID – Il primo ministro spagnolo Pedro Sanchez ha deciso di annullare un viaggio programmato a Parigi a causa della crisi causata dall’afflusso di migliaia di migranti nell’enclave spagnola di Ceuta. Sanchez avrebbe dovuto prendere parte al vertice sul finanziamento delle economie africane nella capitale francese.

Adou, il bambino nella valigia, incontra sua madre a Ceuta

Dall’alba di ieri circa 5 mila persone di origine subsahariana e marocchina, molti delle quali minori, sono riuscite ad entrare a nuoto, superando la frontiera di Tarajal e Benzu’, a Ceuta, l’enclave spagnola in Marocco. Secondo quanto riferito dal quotidiano “El Mundo“, nelle prime ore di oggi la Spagna ha deciso di schierare l’Esercito alla frontiera con il Marocco per impedire ulteriori arrivi come supporto alla Polizia locale e nazionale.

Fernando Savater: &quot;L’ipocrisia dell’Europa che continua <br />a respingere i migranti&quot;

La passivita’ delle forze marocchine di stanza sulle spiagge di confine ha permesso ai migranti di raggiungere la riva, alcuni con i propri mezzi e altri salvati dalle barche della Guardia civil spagnola. Decine di bambini si sono gettati in mare non accompagnati, intere famiglie e persino madri con neonati si hanno cercato di raggiungere a nuoto il territorio spagnolo.

Secondo fonti della polizia diverse decine di migranti hanno saltato la recinzione di confine a Melilla e sono riusciti ad accedere alla citta’ all’alba di oggi in diversi gruppi per poi essere scortati verso il Centro di permanenza temporanea degli immigrati.

Frontiera Melilla, per i siriani un nuovo muro prima dell’Europa



Go to Source