Milan, Kjaer deve operarsi al ginocchio: interessati i legamenti, lungo stop

Pubblicità
Pubblicità

Il 2021agonistico di Kjaer è finito, ma c’è apprensione anche per il seguito della stagione. Domattina verrà operato in artroscopia al ginocchio sinistro per “un danno legamentoso”, espressione un po’ criptica con la quale il Milan non precisa quali siano i legamenti danneggiati, se il collaterale o addirittura il crociato. Che l’infortunio di Kjaer al ginocchio sinistro fosse serio lo si era capito comunque subito, sul campo.  Circondandolo in blocco e salutandolo con gesti particolarmente affettuosi – su tutti quelli di Ibrahimovic e Kessié – mentre lui lasciava in barella il prato di Marassi, erano stati gli stessi giocatori del Milan a fare intuire che non si trattava di un incidente di poco conto.

Milan, Ibrahimovic-Messias: la strana coppia di Pioli per puntare allo scudetto

Club sul mercato, Romagnoli torna titolare

Le parole di Pioli a fine partita (“non sappiamo se sia il collaterale”) avevano svelato la preoccupazione del club. Stamattina il comunicato ufficiale, dopo gli esami clinici, l’ha appunto confermata: “La risonanza e la valutazione specialistica a cui è stato questa mattina sottoposto Simon Kjaer hanno confermato la necessità di una artroscopia del ginocchio sinistro per riparare il danno legamentoso. L’intervento verrà effettuato  domani”. Immediate si sono scatenate le voci di mercato sulla ricerca di un sostituto a gennaio, data l’importanza del difensore danese, nella coppia sincronica con Tomori o con Romagnoli, che tornerà titolare.

Le pagelle di Genoa-Milan: Sirigu statico, Messias dominante

Destino beffardo

Per Kjaer il 2021 diventa un anno in chiaroscuro, dopo i riconoscimenti internazionali per la sua eccellente stagione. L’Uefa ha premiato lui e lo staff della Danimarca per avere salvato la vita a Eriksen, colpito da un arresto cardiaco durante la partita con la Finlandia all’Europeo: un gesto che gli è valso l’ammirazione dei tifosi di tutto il mondo. La giuria del Pallone d’oro lo ha inserito tra i primi 30 della classifica, nella quale si è piazzato diciottesimo. Il capitano della Danimarca era appena rientrato dal viaggio a Parigi per il gala del premio di France Football. Si è infortunato proprio nelle ore in cui Eriksen è tornato ad allenarsi, con l’Odense. Kjaer non ha potuto festeggiare col compagno e amico. Un destino, più che mai, beffardo.

Genoa-Milan 0-3: Ibra e Messias in cattedra, i rossoneri riavvicinano la vetta

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source