Milano, droga una coppia e violenta la donna: arrestato agente immobiliare

Pubblicità
Pubblicità

Con l’accusa di violenza sessuale per aver narcotizzato una giovane coppia e aver abusato della donna durante un appuntamento per la compravendita di un box, un agente immobiliare con studio in via Montenapoleone a Milano, è stato arrestato dai Carabinieri. L’uomo ha agito nonostante all’appuntamento ci fosse anche la figlia dei due, di pochi mesi.

A denunciarlo la coppia che lo scorso 4 ottobre si è rivolta ai carabinieri per raccontare che due giorni prima, dopo aver consumato un drink durante l’appuntamento, aveva accusato un malore con forte stato di alterazione psico-fisica.

La perquisizione domiciliare eseguita, dopo qualche giorno, nell’abitazione dell’uomo ha permesso di trovare tracce del medicinale “Lormetazepam”, ansiolitico della famiglia delle benzodiazepine, col quale la coppia è stata narcotizzata. Durante le indagini, anche con l’esame dei tabulati telefonici e delle immagini estrapolate dagli impianti di videosorveglianza, è emerso che l’agente  aveva inserito nei bicchieri delle vittime, mediante una siringa, un’elevata dose di benzodiazepine, tale da cagionare un avvelenamento. Così lo scorso 5 novembre i Carabinieri della Compagnia di Corsico, hanno eseguito una ordinanza di custodia cautelare in carcere per i reati di violenza sessuale aggravata, sequestro di persona e lesioni personali aggravate emessa dal gip presso il Tribunale di Milano nei confronti del 48enne, residente nell’hinterland sud-ovest milanese.

L’uomo, già nel 2008, era stato condannato per una violenza sessuale, commessa nella Provincia di Monza e Brianza, con le stesse modalità. Sono in corso ulteriori accertamenti per capire se anche altre donne, in passato, abbiano potuto subire analoghi abusi sessuali da parte dell’indagato con lo stesso modus operandi, come peraltro le indagini stanno evidenziando.

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source