“Miss Sloane – Giochi di potere”, una prova superlativa di Jessica Chastain

Libero Quotidiano News

Giorgio Carbone
Nato a Tortona (Al) il 19 dicembre 1941. Laureato in giurisprudenza a Pavia. Giornalista dal 1971. Per 45 anni coniugato all’attrice Ida Meda. Due figli. Critico cinematografico (titolare) per “La Notte” dal 1971 al 1995. Per “Libero” dal 2000 a oggi. Autore di tre dizionari: Dizionario dei film (dal 1978 al 1990); Tutti i film (dal 1991 al 1999); Dizionario della tv (1993).
Vai al blog

18 ottobre 2020

MISS SLOANE – GIOCHI DI POTERECon Jessica Chastain, Mark Strong, Sam Waterston. Regia di John Madden. Produzione USA 2016. Durata: 1 ora e 12 – RAIMOVIE, domenica 18 ottobre, ore 23.05
LA TRAMAElizabeth Sloane è una donna in carriera tostissima  e (apparentemente) del tutto priva di scrupoli. Fa la lobbista e il suo compito (assolto da anni in maniera brillantissima) è quello di influenzare  il voto del senato  di Washington  a favore dei suoi clienti  (quasi sempre  vip  della finanza). Ma  un giorno va  in crisi. Quando le è chiesto di  sostenere il voto delle donne  a beneficio  di una lobby delle armi. Miss Sloane  molla  i suoi colleghi e entra in uno studio legale che lotta contro gli armamenti. E’ brava  e senza remore anche a combattere  le giuste cause. Vince e la legge è bocciata. Ma per vincere ha usato gli stessi sistemi  con i quali ha sempre favorito gli squali. E non può evitare di finire in galera.
PERCHE’ VEDERLOPer la prova superlativa di Jessica Chastain, una delle star  più  fascinose e intriganti rivelate da Hollywood nell’ultimo decennio (non è ancora superstar e non lo sarà mai perché i suoi film, compreso questo non sono diretti al pubblico domenicale). Ma come Richelieu in tailleur della capitale USA  è una forza della natura. Trascina tutto il film e non molla mai  lo spettatore, anche se con una come Elizabeth non vorreste mai avere a che fare, neanche con la redenzione finale.



Go to Source

Commenti l'articolo

Rispondi