Missouri: 19enne vuole assistere all’esecuzione del padre, ma il giudice dice no

Pubblicità
Pubblicità

NEW YORK – Un giudice federale del Missouri ha negato ad una ragazza 19enne di assistere all’esecuzione della condanna a morte del padre. Il giudice, nella sua decisione, ha fatto riferimento ad una legge dello Stato che vieta ai minori di 21 anni di assistere alle esecuzioni capitali. Il condannato, Kevin Johnson, verrà giustiziato con un’iniezione letale martedì, per l’uccisione di un agente di polizia, avvenuta nel 2005.

“Ho il cuore spezzato perché non potrò essere con mio padre nei suoi ultimi momenti. Mio padre è la persona più importante della mia vita. E’ stato al mio fianco per tutta la vita, anche se era in carcere”, ha affermato la figlia, Khorry Ramey.

Al fianco della giovane si era schierata anche l’American Civil Liberties Union, che aveva presentato una petizione d’urgenza al tribunale federale di Kansas City, ma il giudice ha stabilito che la legge del Missouri non viola i diritti costituzionali della ragazza.

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source