Molinari: “La lotta di potere in corso al Cremlino che preoccupa Usa e Ue”

Pubblicità
Pubblicità


Il direttore di Repubblica Maurizio Molinari ha commentato su Rai News 24 quanto accaduto ieri in Russia.
“Prigozhin prima si è impossessato di Rostov sul Don, poi ha creato una colonna militare marciando fino a 200 chilometri dalla Piazza Rossa e infine ha scelto lui di fermarsi sulla base di una trattativa dalla quale si aspetta un riconoscimento politico”, ha detto Molinari.
“Il prestigio del presidente russo Putin, già molto fiaccato dai carenti risultati dell’invasione dell’Ucraina lanciata un anno fa, è ulteriormente indebolito. È credibile che Prigozhin abbia organizzato questa prova di forza per entrare da protagonista nella sfida per la successione a Putin che è in corso a Mosca”.
“L’idea di una Russia con i piedi d’argilla, guidata da un leader debole e attorniato da generali e capi militari in lotta tra loro per la successione, è lo scenario peggiore perché disegna la possibilità del collasso interno di una nazione che ha ancora seimila testate atomiche. Non è uno scenario che rassicura né gli Stati Uniti né i paesi europei”, ha aggiunto Molinari.

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *