Mondiale Qatar 2022: guida al sorteggio dei gironi

Pubblicità
Pubblicità

Le big ci sono tutte, manca solo l’Italia, assente per la seconda edizione di fila. Oggi a Doha, alle 18 italiane, va in scena il sorteggio dei gironi del primo mondiale invernale della storia, in programma in Qatar dal 21 novembre al 18 dicembre. Le 29 squadre già qualificate per la rassegna iridata conosceranno il proprio destino. A queste si aggiungeranno altre tre nazionali che devono ancora qualificarsi: le due provenienti dai play-off intercontinentali (Perù contro la vincente di Australia-Emirati Arabi e la vincente di Nuova Zelanda-Costa Rica) e quella proveniente dal play-off europeo non ancora disputato a causa della guerra in Ucraina (Galles contro la vincente di Scozia-Ucraina).

Ronaldo ancora Mondiale, in Qatar per chiudere il conto

Le nazionali già qualificate

Queste, in ordine alfabetico, le 29 squadre che si sono qualificate fino ad ora: Arabia Saudita, Argentina, Belgio, Brasile, Camerun, Canada, Corea del Sud, Croazia, Danimarca, Ecuador, Francia, Germania, Ghana, Giappone, Inghilterra, Iran, Marocco, Messico, Olanda, Polonia, Portogallo, Qatar, Senegal, Serbia, Spagna, Stati Uniti, Svizzera, Tunisia e Uruguay. Restano da assegnare tre posti e in corsa ci sono ancora otto squadre che sono appunto Perù, Costa Rica, Nuova Zelanda, Australia, Galles, Scozia, Ucraina ed Emirati Arabi.

Il mondo sbiadito di Salah, battuto di nuovo da Mané

I criteri del sorteggio

Il primo passo del sorteggio sarà la composizione di 8 gironi con le nazionali suddivise in quattro fasce. Sarà l’ultimo Mondiale a 32 squadre visto che quello del 2026 e quello del 2030 vedrà qualificarsi ben 48 nazionali, così da avere più rappresentanza nei continenti con meno rappresentative. Il Qatar, squadra ospitante, sarà inserito in prima fascia nel gruppo A e aprirà la rassegna iridata con la gara inaugurale, ogni girone potrà avere al massimo due squadre provenienti dall’Europa, mentre gli altri continenti non potranno avere due rappresentanti nello stesso gruppo. Per questo è già certo che cinque gironi avranno due squadre europee al proprio interno.

Haaland, Osimhen, Ibrahimovic, Salah: i campioni che guarderanno il Mondiale in tv insieme all’Italia

Nazionali divise in quattro fasce

Detto del Qatar in prima fascia, insieme ai campioni d’Asia saranno inseriti in fascia 1 anche Belgio, Brasile, Argentina, Francia, Spagna, Inghilterra e Portogallo. Già certe della seconda fascia Olanda, Germania, Danimarca, Croazia, Uruguay, Messico, Usa e Svizzera. In terza fascia Corea del Sud, Marocco, Polonia, Senegal, Iran, Tunisia, Serbia e Giappone. Nell’ultima fascia, invece, finiranno Camerun, Ecuador, Ghana, Canada e Arabia Saudita e le tre vincenti degli spareggi.

Stati Uniti e Messico ai Mondiali. I tre Paesi organizzatori del torneo del 2026 volano in Qatar

Gli stadi e gli orari

Oggi non si conosceranno gli orari e in quali stadi giocheranno le squadre sorteggiate. Una netta differenza rispetto al passato. L’unica cosa certa è che le nazionali inserite nel gruppo A, B, E ed F giocheranno la fase a gironi nei seguenti impianti: Stadio Al Bayt, Stadio Internazionale Khalifa, Stadio Al Thumama, Stadio Ahmed bin Ali. Mentre quelli del gruppo C, D, G e H disputeranno le proprie partite in questi stadi: Lusail Iconic Stadium, Ras Abu Aboud Stadium, Education City Stadium, Al Janoub Stadium.

Dove vedere il sorteggio

La Rai ha acquisito i diritti dell’intero Mondiale e proprio per questo il sorteggio sarà in chiaro sia in tv, su Rai 2, sia in streaming, su Raiplay. Il collegamento con Doha sarà a partire dalle 17.50, ma la copertura televisiva della Rai sarà ampiamente prevista sia prima che dopo il sorteggio. Il sorteggio sarà visibile anche su tutti i social e sul canale Youtube della Fifa.

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source