Mondiali ciclismo su pista, Italia oro nell’inseguimento a squadre

Pubblicità
Pubblicità

Dopo l’oro olimpico, l’Italia dell’inseguimento a squadre trionfa anche ai Mondiali di ciclismo su pista di Roubaix, centrando un titolo che mancava da 24 anni. Il quartetto azzurro, composto da Filippo Ganna, Jonathan Milan, Filippo Consonni e Liam Bertazzo, si è imposto in finale con il crono di 3’47″192, infliggendo alla Francia un distacco di oltre due secondi. Medaglia di bronzo alla Gran Bretagna che ha battuto la Danimarca nella finalina.

Mondiali ciclismo su pista, Martina FIdanza oro nello scratch. E il quartetto di Ganna va in finale

Trionfo che mancava da 24 anni

Guidato da Ganna, il team italiano è letteralmente volato in pista, percorrendo i quattro chilometri previsti alla media di quasi 70 km all’ora. Un trionfo che si va a sommare a quello olimpico del 4 agosto a Tokyo, a conferma di un quartetto che in questo momento non ha rivali. L’ultimo successo iridato azzurro era stato ottenuto a Perth nel 1997 da Capelli, Citton, Collinelli e Benetton, sotto la guida del ct Sandro Callari.

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source