Morta Lina Wertmuller, indimenticabile regista. Prima a essere candidata all’Oscar

Pubblicità
Pubblicità

E’ morta Lina Wertmuller, grandissima regista di film indimenticabili come Travolti da un insolito destino nell’azzurro mare d’agosto e Pasqualino Settebellezze. Prima donna a essere candidata come regista all’Oscar nel 1977 con il film di cui era protagonista Giancarlo Giannini, nel ruolo di un guappo napoletano, nel 2019 ha ottenuto l’Academy Award onorario. In quella occasione, con la sua solita ironia, aveva detto: “Bisogna cambiare il nome a questa statuetta” ha detto, “chiamiamolo con un nome di donna, Anna”.

La regista, il cui vero nomer era Arcangela Felice Assunta Wertmuller von Elgg Spanol von Braueich, è morta nella sua casa romana. Era nata nella capitale il 14 agosto 1928, origine aristocratiche e svizzere, sposata allo scenografo Enrico Job. Pioniera in quanto donna nel campo della regia, è un punto di riferimento di moltissime registe in tutto il mondo da Jane Campion a Isabella Rossellini, Pasqualino Settebellezze era stato candidato anche come miglior film straniero e migliore sceneggiatura.

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source