094825869 8c13f55c 34ec 4e93 b55e 2e101f9999db 1

Morto a 40 anni Alessandro Talotti, azzurro del salto in alto. Aveva raccontato la sua battaglia contro il tumore

La Republica News
Pubblicità
Pubblicità

094825869 8c13f55c 34ec 4e93 b55e 2e101f9999db 1

ROMA – È morto nella notte Alessandro Talotti, tra i migliori atleti azzurri del salto in alto. In più occasioni nell’ultimo anno aveva raccontato la sua battaglia contro il tumore che lo aveva colpito. Nel corso della sua carriera Talotti, 40 anni, udinese, aveva partecipato alle Olimpiadi di Atene 2004 e Pechino 2008. Il suo primato indoor era 2,32. Nel 2002 aveva ottenuto il quarto posto agli Europei. Pochi giorni fa, si era sposato con Silvia Stibilj, campionessa di pattinaggio a rotelle; la coppia ha avuto un bambino, Elio, lo scorso autunno.

“Buonanotte angelo mio”

Commovente il ricordo di Silvia Stibilj: “Buonanotte Angelo mio! Grazie per tutte le cose spettacolari che abbiamo vissuto assieme… grazie per il dono più grande che mi hai lasciato… grazie per esser stato semplicemente te stesso! Ti amo ora e per sempre”.

“Non ti dimenticheremo mai”

Immediate le reazioni nel mondo dello sport, dove Talotti aveva lasciato un ricordo non solo sulle pedane del salto in alto. “L’atletica italiana è in lutto: è scomparso a 40 anni Alessandro Talotti, campione nel salto in alto e nella vita. Ciao Ale, non ti dimenticheremo mai” ha scritto la federatletica (Fidal). A ricordarlo anche l’Udinese calcio: “L’Udinese Calcio si stringe alla famiglia Talotti per la scomparsa di Alessandro, campione di salto in alto udinese che ha rappresentato l’Italia sui massimi palcoscenici internazionali. A sua moglie Silvia, suo figlio Elio e a tutti i suoi familiari la vicinanza del Club”.



Go to Source