Msc-Lufthansa, proposta per acquisire la maggioranza di Ita

Pubblicità
Pubblicità

Il Gruppo MSC ha manifestato oggi al Governo italiano il proprio interesse ad acquisire una quota di maggioranza in ITA Airways, in tandem con la compagnia tedesca Lufthansa.

La società svizzera che fa capo alla famiglia Aponte, colosso dei mari dalla logistica alle crociere, è uscita allo scoperto con una nota nella quale dice di porsi “l’obiettivo di realizzare una partnership con il Governo italiano e la compagnia Lufthansa come partner industriale del progetto”. E si assicura: “Lufthansa ha già manifestato il suo interesse a prendere parte all’iniziativa”.

MSC e Lufthansa, “a seguito della manifestazione di interesse odierna, richiedono un periodo di esclusiva di 90 giorni lavorativi e soggetto ad approvazioni regolatorie e due diligence”.

L’interesse “deriva dalla possibilità di attivare sinergie positive per entrambe le società sia nel settore cargo che passeggeri in cui il gruppo è leader a livello globale”, spiega la nota.

Proprio in mattinata, prima che emergesse questa nota ufficiale, dalla Ue era arrivato il via libera a operazioni straordinarie per la compagnia tedesca.  Considerato che Lufthansa ha rimborsato “oltre il 75% dell’aiuto” ricevuto da Berlino per la sua ricapitalizzazione, “il divieto sulle acquisizioni” imposto alla compagnia nel 2020 “e le rigide limitazioni sulle remunerazioni del management, inclusi i bonus, sono ora revocate”, ha detto una portavoce della Commissione europea rispondendo a una domanda sull’ipotesi di una operazione con Lufthansa che era circolata nei giorni scorsi sui media. “Non abbiamo commenti da fare sulle notizie della stampa o su possibili operazioni”, ha aggiunto la portavoce, evidenziando che Bruxelles continuerà a monitorare la situazione.

Il presidente di Ita, Alfredo Altavilla, ha dichiarato recentemente che la sua azienda mira a fare un cambio di passo per assicurare una partnership azionaria entro la metà di quest’anno, aggiungendo che la compagnia è, al riguardo, in trattative con società europee e internazionali. Secondo le indiscrezioni uscite, tra i punti della trattativa ci sarebbe anche il ruolo dell’aeroporto di Fiumicino come hub per i voli diretti in Africa e alcune rotte verso le Americhe. Ma altre fonti hanno parlato di dialoghi avviati con British Airways e Delta.

Oggi la compagnia italiana ha confermato la manifestazione d’interesse e la partecipazione di Lufthansa alla partnership, in “termini da definire durante la due diligence”. Ita ha altresì spiegato che il cda esaminerà in una prossima riunione i dettagli della manifestazione di interesse stessa. E ha aggiunto che sia il Gruppo MSC che Lufthansa hanno espresso il desiderio che il Governo Italiano mantenga una quota di minoranza all’interno della società. La compagnia aerea italiana si dice “soddisfatta che il lavoro svolto in questi mesi per offrire le prospettive migliori alla società stia cominciando ad avere i risultati attesi, ovvero una compagnia riconosciuta valida per partner di calibro internazionale sia sul trasporto passeggeri che sul cargo”.

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source