Mulan un filmone Disney passato alla storia come la grande vittima del Covid

Mulan, un filmone Disney passato alla storia come la grande vittima del Covid

Libero Quotidiano News
Pubblicità

Giorgio Carbone
Nato a Tortona (Al) il 19 dicembre 1941. Laureato in giurisprudenza a Pavia. Giornalista dal 1971. Per 45 anni coniugato all’attrice Ida Meda. Due figli. Critico cinematografico (titolare) per “La Notte” dal 1971 al 1995. Per “Libero” dal 2000 a oggi. Autore di tre dizionari: Dizionario dei film (dal 1978 al 1990); Tutti i film (dal 1991 al 1999); Dizionario della tv (1993).
Vai al blog

17 novembre 2020

MULAN dvd in edicola (abbinato a Sorrisi e canzoni)
con  Liu Yfei, Gong Lee, Jason Scott Lee. Regia di Niki Caro. Produzione USA 2020.  Durata: 2 ore
LA TRAMA. E’ molto nota. Prima di essere  film da 120 milioni di dollari  è stata  un cartone animato (uno dei più grossi successi della Disney negli  ultimi 20 anni). E prima ancora un fumetto Manga. E all’origine una famosa leggenda  cinese.  Mulan è una fanciulla  di rara bellezza e pari (apparente) fragilità che quando   il paese è invaso dagli Unni  si arruola nell’esercito  imperiale per combatterli. Naturalmente travestita da maschietto (il padre è troppo malato per difendere la sua famiglia). Come maschietto si rivela una spadaccina  molto temibile. E incontra l’amore, un guerriero che anche lui all’inizio è caduto nell’inganno fino a provare un’inaspettata tensione sotto la cintura  nelle vicinanze del giovane commilitone.
PERCHE’ VEDERLO. Perché il  film è stato una delle grandi vittime  del Covid. L’uscita  era prevista per Marzo  e le previsioni erano quelle  del grande blockbuster per famiglie. La pandemia  ha rimandato l’uscita in sala sine die.  La Disney  ha cercato in qualche modo di non smenarci, ha dirottato il film  sul proprio canale a pagamento e ora esce col dvd. Mulan rischia di  passare alla storia come una patetica leggenda come gli ultimi film muti di Chaplin e Griffith. Anche  se patetico il film non è .  Anche in Dvd  s’impone come il bel filmone con  le grandi scene  di massa che ci avevano promesso. Travolgenti battaglie, una protagonista  affascinante, un cast che raduna la crema  degli attori cinesi ormai adottati dalla produzione internazionale. E un altro bel capitolo nella storia del cinema femminista (Mulan  è la prima eroina Disney che non assomigli a Biancaneve e Cenerentola) 



Go to Source