Musei, cinema e gastronomia: guida al Ferragosto nelle città

Pubblicità
Pubblicità

Sagre, musei, mostre e concerti: senza dimenticare la solidarietà. Quella che segue è una guida dettagliata al Ferragosto in alcune delle principali città italiane e nelle aree circostanti ad esse. Con decine di eventi e iniziative, facendo sempre attenzione alle regole anti-Covid.

Genova, gastronomia e capolavori di pittura

Ferragosto, ovvero, il trionfo delle sagre. Magari a scartamento ridotto, con le limitazioni legate al Covid, i tradizionali appuntamenti resistono. A Ruta di Camogli torna la sagra delle focaccette, alla quindicesima edizione. Dalle 12 alle 15 e dalle 19 alle 23 con raviolata. A Santo Stefano d’Aveto è in programma Val d’Aveto “Beer Fest”. Birra artigianale, focacce genovesi, specialità locali ai piedi del Castello Malaspina, luogo simbolo della Valle.

Dopo un anno di pausa forzata, tornano anche i festeggiamenti del 15 agosto a Sori. Banchetti e stand gastronomici per le vie del paese, alle 12 e alle 22 sparata nel fiume. Ma niente da fare per i fuochi d’artificio.Aria di sagra anche in città, con “Ferragustando” 2021, la tavolata organizzata dai ristoratori di via San Bernardo, nel cuore dei vicoli, giunta alla quarta edizione, che sarà allestita dalle 12.30. Con la pancia piena e magari un po’ di meritato riposo al fresco, resterà il tempo per scoprire le molte offerte culturali che Genova offrirà. Con tutti i musei aperti. Dalle 10 alle 19.30 quelli di Strada Nuova con le dieci meraviglie custodite tra le loro sale: i capolavori di pittura veneta del Rinascimento, da Palma il Vecchio a Veronese, di pittura italiana di primo Seicento, da Caravaggio a Guido Reni e Guercino, oltre alla rassegna più completa in Liguria di pittura nordica di Cinque e Seicento e a un nucleo fondamentale di ritratti di Anton van Dyck.

Chi va in cerca di originalità, potrà provare con le Creature fantastiche tra scienze e leggenda, al Museo di Storia Naturale, che propone un percorso scenografico dedicato alle creature zoomorfe che maggiormente hanno colpito l’immaginario collettivo. Apertura dalle 10 alle 19.30. Villa Croce propone, sempre dalle 10 alle 19.30, le sue sale dedicate all’arte contemporanea e, in particolare, alla mostra “Make it new”, un focus sulle opere dell’artista ceco, naturalizzato olandese, Tomas Rajlich. A Nervi, aperte, ancora dalle 10 alle 19.30, le Raccolte Frugone e, con lo stesso orario, la Galleria di Arte Moderna, che ospita I cavalieri di Marino Marini, antologica di uno tra i più significativi scultori italiani del Novecento. Parlano alla fantasia anche le sale del Castello D’Albertis, che resterà aperto dalle 10 alle 19, con la mostra “Soleritown”, risultato di una ricerca svolta nel 2006 dai fotografi Emanuele Piccardo e Filippo Romano per indagare, attraverso la fotografia, le opere americane dell’architetto torinese Paolo Soleri. Avvicinandosi al mare, il Galata Museo del Mare aspettano i turisti dalle ore 10 alle 19, mentre, dalle 10 alle 18, resterà aperto il Museo della Lanterna. Spettacolo garantito all’Acquario, dalle 8 alle 20, con Green Passa, con i primi passi del pulcino Papua nato a inizio luglio. Nella vasca anche i tre pulcini di pinguino di Magellano nati a metà giugno. Per concludere la serata, musica con i “Notturni en plein air”, nel cortile maggiore di Palazzo Ducale. A esibirsi, alle 20.30 e alle 22.15, sarà la pianista Stefania Neonato con un programma che prevede omaggi a Federico Monpou e a Franz Schubert

(Alberto Puppo)

Roma, concerti e film all’aperto

Una visita al Colosseo? O magari una mostra, un concerto all’aperto o un film in una delle tante arene estive della Capitale. Oppure una gita fuori porta, dal Giardino di Ninfa alle Terme di Vulci. E ancora: una cena di pesce a Fregene o, per i bambini, un salto al Bioparco e i giochi d’acqua al LunEur. Ecco cosa fare a Roma (e dintorni) la domenica di Ferragosto

 

CULTURA, CINEMA E MUSICA

Aperti Colosseo, Foro Romano e Palatino. Il Castello di Giulio II è aperto al pubblico, gratuitamente, anche durante il week-end di Ferragosto, con visite accompagnate alle 10.15, 11.45, 14.00 e 15.30. Vicino, si può visitare anche l’area archeologica di Ostia Antica. Alla Casa del Cinema, nell’ambito della rassegna “Caleidoscopio”, è in programma il Rigoletto di Giuseppe Verdi, registrato al Théâtre antique d’Orange.

ESTATE ROMANA

Anche nel giorno di Ferragosto propone un’offerta ampia che spazia dal cinema al teatro, passando per la danza e la musica con un vasto coinvolgimento del territorio cittadino. Si potrà scegliere un buon film in una delle arene estive della città: dall’Arena Garbatella di Olivud srl con il film Imprevisti digitali di Benoît Delépine e Gustave Kervern (ore 21.15), all’arena di Luci Ombre della manifestazione Altra Visione – a India, l’estate al cinema, che andrà invece su un classico come Saranno famosi di Alan Parker (ore 21). Si potrà scegliere se andare al Cinevillage Parco Talenti, di AGIS Lazio Srl (ore 21.15), o a Notti di cinema a Piazza Vittorio, di ANEC Lazio (ore 21), per assistere all’anteprima nazionale del film Come un gatto in tangenziale – Ritorno a Coccia di Morto di Riccardo Milani; mentre saranno le note del Rigoletto ad attendere il pubblico della Casa del Cinema, grazie alla proiezione dell’opera di Verdi nella versione diretta da Charles Roubaud al Théâtre Antique d’Orange (ore 21).

Non lontano, nel verde di Villa Borghese, riflettori accesi e sipario alzato per l’ultima replica stagionale dello spettacolo Sogno di una notte di mezza estate, in programma al Gigi Proietti Globe Theatre Silvano Toti (ore 21), mentre saranno Franco Oppini e Debora Caprioglio ad andare in scena nell’arena all’aperto del Teatro Tor Bella Monaca con L’Anfitrione di Plauto (ore 21). Doppio spettacolo in programma al Ferragostia Antica dell’Associazione culturale Affabulazione: alle 21.30 la Compagnia Sosta Palmizi presenterà la performance site specific Gratiae. La postura del cuore, un inedito e corporeo dialogo con gli spazi del borgo di Ostia Antica; a seguire, alle 22.30, l’omaggio a Pablo Picasso di TAM Teatro Musica e il suo Picablo.

Per chi avesse voglia di farsi trasportare dalla musica, invece, la scelta potrebbe ricadere sul jazz club Village Celimontana di Jazz Village Roma dove si esibiranno i Caltiki (ore 22) o sull’Arena cinema Parchetto Salario, luogo della manifestazione Il cinema oltre dell’Associazione Culturale Spin-Off, che chiuderà la propria stagione con il live delle Cardamomò (ore 21.30). Sarà protagonista il tango invece nella serata Aires Tango in programma al Parco del Celio, nell’ambito della rassegna Jazz & Image. Roma Torna Capitale, a cura dell’Associazione Culturale Sound&Image.

Per gli amanti dell’arte, si ricorda, infine, che il 15 agosto saranno regolarmente aperti tutti i musei civici di Roma e le mostre in essi ospitate, le aree archeologiche del Mausoleo di Augusto, del Circo Massimo (compresa la visita in realtà virtuale Circo Maximo Experience) e dei Fori Imperiali, oltre al MACRO e alle mostre allestite al Mattatoio.

FUOCHI D’ARTIFICIO

A Cinecittà World la serata di Ferragosto è l’ultima per ammirare gli spettacoli pirotecnici della quarta edizione del Campionato italiano dei fuochi d’artificio, dove aziende e artisti si scontreranno a suon di luci e stelle filanti in cielo. Ci si può recare nel parco tematico già dal pomeriggio, volendo: dalle 14.30 alle 16.30, infatti, è in programma un Summer party con dj set e animazione nella Cinepiscina con palloni, sfere giganti e gonfiabili che invaderanno lo specchio d’acqua. Per entrare nel parco, dal 6 agosto, è necessario essere muniti di Green pass.

RISTORANTI E MENù DI FERRAGOSTO

C’è chi chiude e chi rimane aperto. E poi chi, da aperto, a Ferragosto propone piatti speciali. All’hotel Eden l’executive chef Fabio Ciervo propone, sia a pranzo che a cena, una zuppa di pomodoro e fragola dell’Agro Pontino, disponibile presso Il Giardino Ristorante. Da accompagnare, magari, col Negroni ciliegie e rosmarino realizzato dall’head barman Mirko Simonazzi. Presso Fatto in casa by La Denesina per Ferragosto ci sono tanti fuori menu, dalla crocchetta spagnola mortadella e pistacchi al pollo coi peperoni, fino alla cheesecake con melone e cioccolato bianco.

Rimangono aperti 47Circus, Mirabelle Restaurant, Adèle, Hassler bistrot, Les Étoiles, Settimo, Giulia Restaurant, Il Marchese, Lux a Ostia, Epos a Monte Porzio Catone (che propone per l’occasione pollo coi peperoni). A Fregene, Casa Carmen propone fettuccelle fatte in casa all’astice, astice alla brace con friggitelli e patata dolce e sorbetto artigianale con zenzero, lime e shot di rum. Si esibiscono Daria Simonetti e Elianto Vincent.

CON I BAMBINI

Il Bioparco – dove è stata recentemente inaugurata l’area delle otarie – è regolarmente aperto, così come Cinecittà World e il LunEur Park, dove ci si diverte tra Splash Zone, giochi e giostre.

SUL LUNGOTEVERE

Diverse le possibilità per trascorrere una serata sulle banchine del lungotevere, tra artigianato, appuntamenti e food. “Lungo il Tevere…Roma” si svolge dalle 19, a ingresso libero, ogni giorno, tra Ponte Sublicio e Ponte Sisto. Il Moovenda Village è invece la manifestazione organizzata da Moovenda, player romano di food delivery, che ha organizzato diversi punti ristoro con svariate offerte di cucine. Il 15 agosto è serata Oktoberfest. La rassegna si trova sotto al Palazzaccio, su Lungotevere Prati.

DOPO CENA

Quest’estate hanno aperto nuovi locali in giardini segreti e luoghi nascosti della Capitale, dove trascorrere qualche ora di relax sotto al cielo stellato anche a Ferragosto. Fiori e luci sono i protagonisti del Bucolica Light Bar davanti alla Cavea dell’Auditorium Parco della Musica. Novità assoluta anche il Villa Giulia Temporary Garden nei giardini del Museo Nazionale Etrusco di Villa Giulia, come anche il BoBo, restyling del ristorante della Casa del Jazz. E ancora: quest’estate ha inaugurato il Cosmic Bar colorato da luci arancio e fucsia, in via Ulisse Aldrovandi negli spazi esterni della Galleria Nazionale di Arte Moderna di Valle Giulia, che propone lungo la piscina, illuminta dalle candele, aperitivi, cena e dj-set con Gabri Fruscella & Jimmy. Di fronte c’è il Satyrus, curato da Giorgio Tammaro, lounge bar sulla Scalea Bruno Zevi, che propone ogni sera eventi con musica live con artisti come Alberto Laurenti ed i Rumba del Mar e aperitivi sfiziosi.

E ancora. L’Aster, al Galoppatoio di Villa Borghese, è immerso nel verde con sette piccole piscine fra i tavoli dove si cena come in un teatro fra piatti gourmet, eventi e concerti. Sempre a Villa Borghese la Casina Valadier ha cambiato stile aprendo nei suoi giardini Hortus, bistrot floreale curato da Aldo Nascimbeni e Riccardo Sargeni, con alcuni dei migliori dj della Capitale, come Lorenzo Rumi, resident del Raspoutine. È cambiato tutto al Magick Bar di Fabio Colicchi: il locale sul lungotevere Oberdan raddoppia gli spazi con il Minerva Teatro, stile teatro greco, per performance e spettacoli, oltre al ristorante caraibico e al bar con le musiche del dj Hugo Sanchez. Notti vivaci anche all’Hotel Butterfly del dj Giancarlino. Cene spettacolo anche a Sublime-La Villa e al Nice.

I TRASPORTI

I trasporti seguiranno l’orario festivo. Alcune indicazioni da tenere a mente, per spostarsi in maniera più agevole: dal 6 agosto è tornato l’orario lungo del fine settimana della rete metro. Nelle notti tra il venerdì e il sabato e tra il sabato e la domenica, l’ultima corsa dei treni delle tre linee metro sarà all’1.30 dal capolinea anziché alle ore 23.30. Anche la linea 8 seguirà orario prolungato con ultima corsa da Casaletto alle 3 e da piazza Venezia alle 3.29. Attiva dal 9 agosto, nei giorni feriali, la nuova circolare 713 mette in connessione tutti i quartieri del territorio compreso tra via Portuense, via del Trullo e via della Magliana collegandoli con il polo dell’ospedale israelitico, con la ferrovia FL1 alla stazione Magliana e tutte le linee bus dirette in Centro e alla metropolitana. E ancora: dal 3 agosto (e fino a cessate esigenze) per lavori Acea, sono deviate le linee 63-92-351 e n92.

GITE FUORI PORTA

Sono tante le opzioni, per chi sta pensando a una fuga dalla città anche per un solo giorno. Magari quello libero dal lavoro. Il Giardino di Ninfa, più volte considerato uno dei più affascinanti al mondo, sarà aperto al pubblico anche a Ferragosto (per info e prenotazioni: www.giardinodininfa.eu).

Per chi può stare fuori soltanto una notte e, dunque, non può allontanarsi troppo, ecco alcuni posti di mare del Lazio da non perdere: da Sperlonga e Gaeta a Montalto di Castro e Tarquinia. Ma non mancano anche piscine naturali e parchi, per chi non ama il mare o preferisce fuggire verso il fresco. Cercate, invece, un’esperienza originale? Nel Lazio si può dormire in un casale di campagna comparso in una serie tv, in un’affascinante villa davanti al lago o addirittura su una casa sull’albero. Infine, le spa: sempre fuori porta, c’è quella di Vulci, tra piscine open air e trattamenti, massaggi e coccole all’olio d’oliva

CONTROLLI DEI CARABINIERI

Anche quest’anno, in occasione del Ferragosto, saranno intensificati  i servizi di controllo dei Carabinieri nella Capitale e Provincia. Costante attenzione è rivolta ai luoghi di maggiore aggregazione, ai locali, alle spiagge. Intensificati i servizi di pattuglia su strada, con particolare attenzione nelle ore notturne, per contrastare reati come i furti in appartamento e rapine, e i controlli alla circolazione stradale, sia diurni che notturni, con l’attuazione di posti di controllo. Controlli su tutte le aree del territorio (da quelle urbane a più alta intensità abitativa a quelle marine, montane e lacustri, anche con l’utilizzo di cani antidroga.

Personale in uniforme ed in abiti civili presidierà le aree urbane, vigileranno abitazioni e parcheggi, fermate della metropolitana, i luoghi meno frequentati o comunque ritenuti più a rischio. Unità antiborseggio nei pressi dei monumenti, basiliche ed a bordo dei mezzi pubblici così come interventi antiabusivismo nei luoghi più frequentati, controlli agli esercizi commerciali, bar e ristoranti. Particolare attenzione è rivolta alle fasce deboli, come anziani e persone sole in casa, a loro sarà fornita loro ogni utile assistenza e prevenendo l’odioso fenomeno delle truffe

(Valentina Lupia)

 

Torino e dintorni, musei e cultura

Musei

Ferragosto in città quest’anno è soprattutto musei e cultura e non c’è che l’imbarazzo della scelta. La Fondazione Torino Musei triplica l’offerta con l’ingresso a un euro per Mao, Gam e Palazzo Madama. Per chi a dipinti e reliquiari preferisce la fotografia, biglietto ridotto anche in via delle Rosine a Camera con “Walter Niedermayr. Trasformations”. Visita speciale dedicata a Napoleone, nel giorno del suo compleanno, è quella che andrà in scena per Ferragosto al museo del Risorgimento. Mentre tra i corridoi dei Musei Reali la proposta culturale aumenta con la visita, proposta da CoopCulture, anche alle Cucine, nei sotterranei del Palazzo Reale, e l’appartamento della Regina Elena per ammirare soffitti affrescati, stucchi, servizi di porcellane e anche le sale di dispensa e le grandi ghiacciaie. 

Concerto a Villa tesoriera per Musiche nel Parco

Sul manto erboso del parco di Villa Tesoriera, appuntamento ferragostano per la rassegna “Musiche nel parco” organizzata da diciassette edizioni dal Coordinamento Associazioni Musicali di Torino. Alle 11 in corso Francia 192, ad interpretare il concerto “Musiche dal mondo” è di scena l’AmbosMundos Trio” composto dal fisarmonicista e compositore torinese Matteo Castellan, la violinista torinese classe ’93 Giulia Subba e l’eclettica contrabbassista Veronica Perego, che ha suonato in molti gruppi heavy metal, hard rock, indie, jazz fusion, standard, world music e funky. Info assmusto.org

L’uomo che piantava gli alberi

“L’uomo che piantava gli alberi” di Jean Giono, nella trasposizione teatrale curata da Assemblea Teatro, è la pièce che accompagna gli spettatori della “Festa per chi resta” organizzata dalla compagnia torinese per allietare le serate di chi non lascia la città nel mese di agosto. Alle 21 sul palcoscenico allestito al Mausoleo della Bela Rosin in strada al Castello di Mirafiori 148/7, prende vita una storia positiva, a volte apparentemente ingenua, ma capace di un messaggio profondo: la necessità sempre più urgente di una riconciliazione dell’uomo con la natura. Info assembleateatro.com

Valle di Susa

Sette concerti in sette rifugi. Dalle Grange Tachier al Clot Bourget, sette rifugi valsusini tra i più famosi sulle montagne di Sestriere, Sansicario e Sauze d’Oulx, ospiteranno sette ensemble musicali che si esibiranno in contemporanea allo scoccare delle 12.30. Grazie all’evento “7×7 uguale 15” il pomeriggio del ferragosto in quota si trasforma in un’escursione a precipizio tra generi e stili nei panorami mozzafiato delle montagne olimpiche. In scena, Dora, Frubers in the Sky, Li Barmenk, The Alpalachians, gli Irish Coffeees con Federico Sirianni, 19 o’clock e Ludovico Sammartino Quintet. Info ed elenco rifugi su scenariomontagna.it 

Fenestrelle

Percorso al Forte nella Divina commedia. Il viaggio letterario, teatrale e musicale del festival “Teatro&Letteratura” di Tangram, che per più di due settimane che ha raccolto intorno a sé un pubblico numerosissimo, si conclude alle 21 al Forte di Fenestrelle con il percorso dantesco “In viaggio con Dante. Concertato per voce sola” diretto da Ivana Ferri. In scena la parola è l’elemento che contiene la forza, le immagini e le suggestioni della Commedia, mentre Bruno Maria Ferraro dà voce ad alcuni canti in forma di melologo, su musiche di Gianluca Misiti e con il supporto visivo delle immagini curate da Gianni De Matteis. Info tangramteatro.it

Castelmagno

Acrobazie da circo Madera. Il ferragosto circense si consuma sotto il tendone dello chapiteau più alto d’Europa, montato sui 1760 metri del piazzale di fronte al santuario di San Magno a Castelmagno. Alle 14.30 e alle 21 (con replica alle 14.30 di domani) la compagnia Circo Madera presenterà il suo nuovissimo spettacolo “Hesperus”: un’esplosione di vitalità tra musica dal vivo, acrobatica, comicità e nonsense che trasforma il tendone in terreno fertile per scambi, evoluzioni artistiche e musicali. Nel corso della giornata, alcuni banchetti proporranno degustazioni del celebre formaggio locale. Info festivalmirabilia.it

Miradolo

Caccia al tesoro per famiglie con bambini. Tradizione ferragostana ormai consolidata, torna anche nel 2021 al Castello di Miradolo di San Secondo di Pinerolo, la “Caccia al Tesoro Botanico” dedicata dalla Fondazione Cosso alle famiglie con bambini da 5 a 11 anni. Dalle 12 e? possibile ritirare un cesto da pic-nic o pranzare tra i profumi delle erbe aromatiche nel dehors estivo del Bistrot del Castello. Alle 15 parte il divertente percorso immerso nella natura alla scoperta di piante esotiche e secolari, con la guida di un’esperta botanica. Il biglietto costa 5 euro, con prenotazione obbligatoria allo 0121/502761; info fondazionecosso.it

Alba

Gli assaggi itineranti della MangialongaDopo il successo dell’edizione dello scorso 25 luglio, torna nelle Langhe la “Mangialonga”, la camminata mangereccia che prevede assaggi itineranti di specialità del territorio da assaporare tra distese di vigne, verdi prati, tartufaie, noccioleti e punti panoramici. Alle 10 aperitivo di benvenuto a base di vini locali e partenza per i “Sentieri del Gusto” con un menu che propone antipasto contadino, golosità campagnole, agnolotti saltati in padella e formaggio d’alpeggio accompagnati da vini doc, dolce locale e caffè moka. Quota individuale 50 euro tutto incluso. Info e prenotazioni 334/8766648.

Prali

Le parole fanno spazio alla musica.In collaborazione con la libreria torinese Il Ponte sulla Dora, fino a fine agosto il Tempio Valdese in Borgo Ghigo a Prali accoglie gli incontri dell’edizione 2021 di “PraLibro” tornato ad animare la valle con le sue presentazioni editoriali, dopo la pausa forzata dell’estate 2020. Oggi però, alle 21 le parole fanno posto alle di word music con il concerto dell’artista poliedrico, compositore, musicista, polistrumentista e percussionista camerunese classe ’58 Tatè Nsongan, membro fondatore nel 1991 con Luca Morino e Fabio Barovero del gruppo dei Mau Mau, la band con la quale suona e compone ancora oggi. Info pralibro.org

Frais

Open Air cibo e musica.Se è vero che il nome della festa di Ferragosto deriva dal latino feriae Augusti, un folto gruppo di dj piemontesi ha scelto di festeggiare con una giornata di musica in Val Susa, la valle dove nel 9 d.c. Re Cozio fece innalzare in onore del primo imperatore romano, il famoso arco alle porte di Susa, l’allora Segusium. A partire dalle 10 e fino a tarda notte negli spazi outdoor e indoor del tapas bar e ristorante Primo Sole in via Valets 2 sul Pian del Frais a Chiomonte si alterneranno ai piatti, tra gli altri The Taste in b2b con Simone Callegari, Leo Mayhem, Andrea Murru, DeadBreezo e Patrick Di Stefano. Ingresso up to you. Info 333/1475970 e 338/1943331.

(Ottavia Giustetti)

Milano aperta per ferie. Nel segno della solidarietà

Mostre e concerti, djset, grigliate, film, visite guidate e laboratori, senza dimenticare la solidarietà: sono numerose le proposte della Milano “aperta per ferie” per chi voglia trascorrere Ferragosto in città (ricordando che l’accesso a musei e spettacoli è vincolato al possesso del green pass).

MUSEI E MOSTRE

Per gli amanti dell’arte c’è solo l’imbarazzo della scelta: le Gallerie d’Italia in piazza della Scala, per esempio, domenica 15 agosto restano eccezionalmente aperte con ingresso gratuito dalle 9.30 alle 19.30, con la mostra “Painting is back. Anni Ottanta, la pittura in Italia”, uno sguardo inedito sulla pittura italiana attraverso un percorso ideato da Luca Massimo Barbero. Aperte al pubblico anche le collezioni permanenti “Da Canova a Boccioni” e “Cantiere del ’900” e alle ore 10.30 è prevista una visita guidata alle collezioni del XIX e XX secolo. L’attività è gratuita con prenotazione obbligatoria al numero verde 800.167619 o scrivendo a info@gallerieditalia.com.

Sono inoltre visitabili tutti i musei civici con le relative collezioni permanenti ed esposizioni temporanee: a Palazzo Reale sono in corso varie mostre incentrate sulla figura femminile e inserite nel palinsesto “I talenti delle donne” – ovvero “Divine e avanguardie. Le donne nell’arte russa”, “Le Signore dell’arte. Storie di donne tra ’500 e ’600”, “Prima, donna. Margaret Bourke-White” e “Scolpite. Riflessioni fotografiche intorno alla statuaria femminile” – e anche l’esposizione “Sun and ocean paintings” di Marcello Lo Giudice.

Al Museo del Novecento è iniziata da poche settimane la grande retrospettiva “Mario Sironi. Sintesi e grandiosità” e prosegue “Franco Guerzoni. L’immagine sottratta”. Il PAC ospita “Autoritratto”, la prima ampia personale di Luisa Lambri in Italia, e “Il Tempo delle Farfalle”, una selezione di opere dell’artista e attivista curda Zehra Do?an.

Al Castello Sforzesco continuano le mostre “Il Corpo e l’Anima, da Donatello a Michelangelo. Scultura italiana del Rinascimento” e “Brindisi d’autore”, mentre alla GAM c’è “Furla Series – Nairy Baghramian. Misfits”. Al Mudec prosegue l’esposizione “Tina Modotti. Donne, Messico e libertà”, al Museo Archeologico si punta sull’antico Egitto con “Sotto il cielo di Nut” e all’Acquario civico sulle opere di Vanni Cuoghi esposte nell’ambito della mostra “Submariner”.

Aperti anche lo Studio museo Francesco Messina, dov’è in corso la mostra “Transitory bodies” di Andreas Senoner, e la Casa della Memoria con “Ultimate landscapes” di Claudio Orlandi. Porte aperte ai visitatori ferragostani a Palazzo Morando e Palazzo Moriggia, al Museo di Storia Naturale, al Cenacolo e alla Pinacoteca di Brera.

La Pinacoteca Ambrosiana omaggia Dante con la mostra “Sfogliando la Commedia all’Ambrosiana” e al Museo della Scienza e della Tecnologia ci sono le esposizioni “Dolomiti trasfigurate” con gli scatti di Marcella Pedone e “La voce dei metalli”, dedicata alle opere di Roberto Ciaccio. Oltre a laboratori e visite guidate per tutta la famiglia. Rimane infine aperta la Triennale, dove al momento si possono visitare varie mostre, a cominciare da quelle dedicate ad Enzo Mari e Vico Magistretti.

MUSICA

Non mancano le occasioni per trascorrere il Ferragosto a ritmo di musica: è in programma uno speciale djset, “per ballare stando seduti”, a Mare Culturale Urbano, dove saranno protagonisti i Deep Organic.

Estate Sforzesca, la rassegna promossa dall’assessorato alla Cultura del Comune di Milano nel Cortile delle Armi del Castello Sforzesco, propone poi ben due appuntamenti per la sera del 15 agosto: si partirà alle 21 con il concerto “Il Classico Ferragosto” a cura dell’Orchestra sinfonica di Milano “Giuseppe Verdi” diretta da Ruben Jais. Si proseguirà poi alle 23 con un evento online: il djset “Save the dance” di Joe T Vannelli, trasmesso in diretta streaming.

Allontanandosi di qualche chilometro da Milano, al Parco Tittoni di Desio (in Brianza) dalle 18 si terrà il “Raduno dei chitarristi da spiaggia”: chiunque potrà portare la propria chitarra, una stuoia o un materassino e partecipare all’evento, accompagnato da un “Anguria Party” a ingresso gratuito.In via Serenissima a Brescia prosegue poi la festa di Radio Onda d’Urto, con incontri di poesia, reading, musica, proiezioni e banchi enogastronomici.

CINEMA

I cinefili potranno optare per una serata davanti a uno dei grandi schermi di AriAnteo: in tutte e quattro le location del tradizionale festival estivo – Palazzo Reale, Chiostro dell’Incoronata e Triennale a Milano, Villa Reale a Monza – ci sono film in programmazione, a partire dall’anteprima di Come un gatto in tangenziale… Ritorno a Coccia di Morto, il seguito di uno dei film più amati degli ultimi anni, con Antonio Albanese e Paola Cortellesi. Alla Villa Reale di Monza, in particolare, è in programma Palm Springs. Vivi come se non ci fosse un domani e l’ingresso sarà gratuito. All’Arena Milano Est, nell’ambito del “Comedy Festival”, verrà invece proiettato Lontano lontano di Gianni Di Gregorio.

SOLIDARIETÁ

Torna anche un tradizionale appuntamento molto caro ai milanesi: il pranzo di Ferragosto dell’Opera Cardinal Ferrari dedicato alle famiglie più povere, ai senza fissa dimora e agli anziani soli, preceduto dalla Messa alle 11.30. Tra gli ospiti, l’arcivescovo di Milano Mario Delpini, la vicesindaca Anna Scavuzzo e l’assessore regionale Stefano Bolognini.

GRIGLIATE

Uno degli immancabili appuntamenti di Ferragosto è per molti la grigliata con gli amici: all’Idroscalo, il “mare dei milanesi”, ne viene proposta una per tutta la famiglia sulla terrazza del beach bar Gud Idroscalo, affacciata sulle piscine della Punta dell’Est e a pochi passi dalla spiaggia attrezzata con lettini e ombrelloni.

Per chi desideri concedersi una gita fuori porta, è possibile visitare il giardino monumentale di Villa Arconati a Castellazzo di Bollate. E per l’occasione il consueto appuntamento domenicale “Lunch in Villa” (a partire dalle 12) prevede una grigliata di carne con salamelle, costine, salsicce, braciole e wurstel.

PISCINE

Molte delle piscine gestite da Milanosport rimangono aperte anche a Ferragosto: i centri balneari Argelati e Romano e le piscine scoperte Cardellino, Sant’Abbondio e Saini offrono la possibilità di fare un bagno rinfrescante dalle 10 alle 19.

Accessibili anche le piscine coperte Procida (fasce orarie disponibili: 9-11; 11-13; 13-15; 15-17), Suzzani (10-14 o 14-18), Parri Mengoni (10-14 o 14-18) e Solari (10-14 o 14-18): in tutti gli impianti al coperto è obbligatorio presentare il green pass all’ingresso.

(Lucia Landoni)

 

Bologna, tutti i locali aperti

Dura la vita per i resilienti del Ferragosto in città. Ecco una mini-guida sui locali aperti a Bologna. Il risto-pub La Frasca, ad esempio, che resta sempre aperto per tutto il mese, domenica inclusa, in entrambi i suoi locali. Quello antico di via Andrea Costa si concederà solo la pausa pranzo, aprendo dalle 18 in poi; il più giovane punto in vicolo Ranocchi invece a Ferragosto sfamerà e disseterà anche a mezzogiorno. Serrande regolarmente alzate, come ogni anno, anche al Barazzo, il cui slogan agostano resta quello del “sempre aperti, come il pronto soccorso” ; e restando al Pratello lo stesso vale per la pizzeria- birreria Zapap (chiusi invece gli altri locali targati Zapap in Mascarella e Petroni).

Tra i grandi pub della zona universitaria resiste col suo cortile esterno il Lab16. Se non si vuole cedere ai tavoli più espressamente dedicati ai turisti dei localini e delle grandi catene del Quadrilatero, che resteranno in gran parte sempre aperti (mentre il Mercato di Mezzo è già andato svuotandosi), ci sono alcuni ristori classici che non lasceranno soli.

Aperta la Cesarina in piazza Santo Stefano, aperto Bartolini in piazza Malpighi, intanto. Ha già fatto le ferie e sarà aperta anche la trattoria Dal Biassanot di via Piella, ad esempio; e così anche Baraldi in via del Pratello. Un piatto di pasta lo si potrà chiedere pure alla Bottega Portici in piazza di Porta Ravegnana, mentre lo storico bar Zanarini in piazza Galvani ha preparato dei menù speciali per i pasti del weekend festivo.

Ristoranti aperti in collina e fuori porta

L’alternativa è prendere la macchina e spostarsi sui colli, tra locali ed agriturismi come Fienile Fluò e Ca’ Shin. Aperto il giorno di Ferragosto anche il giardino con cucina de La Collina delle Meraviglie, ma solo a cena per una grigliata serale. Altri spazi verdi, ma in centro e per un drink e un po’ di street food ad accompagnare spettacoli di musica dal vivo, sono quelli ai Giardini Margherita: al Belvedere Gardens Village da oggi a domenica una rassegna dedicata al rockabilly; al Kilowatt Summer nel giorno di Ferragosto s’esibirà la band alt-rock BeMyDelay.

https://bologna.repubblica.it/cronaca/2021/08/13/news/ferragosto_mangiare_fuori_aperti_a_bologna_ristoranti_bar_locali-313879946/

(Luca Bortolotti)

I musei

L’arte a Bologna non va in ferie e i musei sotto le Torri aprono anche nel week end di Ferragosto. Palazzo d’Accursio ospita al secondo piano le Collezioni Comunali (domenica 15 orario 10-18.30, 051 2193998) con una quadreria che racconta quali opere abbellivano le dimore dei nostri illustri cittadini, dai dipinti di Donato Creti alla pittura ottocentesca di Federico Hayez. Ma tra le sale si incontra anche la mostra temporanea “Risonanze” con i lavori di alcuni allievi dell’Accademia di Belle Arti.

Attraversando la piazza si può fare tappa al Museo Archeologico (il 15 aperto 10-19, 051 2757211) che mette in risalto la sua collezione egizia grazie ad un prestito eccezionale arrivato dal Museo Egizio di Torino. Si tratta di una grande scultura della dea Sekhmet, la Potente, che tradizione vuole essere dispensatrice di calamità ma anche di prosperità. Inoltre la mostra temporanea “..che mi fa sovvenir del mondo antico”, a cura di Marinella Marchesi, avvalendosi di alcuni reperti del museo ricostruisce il rapporto tra l’opera di Dante Alighieri e la cultura classica.stare in Strada Maggiore per una doppia tappa.

Al civico 44 si entra al Davia Bargellini (aperto il giorno di Ferragosto 10-18.30, 051 236708). Le raccolte di questo museo sono tra le più curiose in città perché parlano del vivere quotidiano dei secoli passati. Suggestioni che si arricchiscono grazie all’esposizione temporanea “Le plaisir de vivre. Arte e moda del Settecento veneziano dalla Fondazione Musei Civici di Venezia” che dispiega trini, merletti, abiti in seta e scarpine che rimandano ai fasti della Laguna.

Al civico 34 si vista poi il Museo della Musica (il 15 agosto 10-19, 051 2757711) per rimirare, muti, strumenti che suonarono in altri tempi, nei salotti come nelle cattedrali, mentre alle pareti scorrono i ritratti dei più famosi compositori che passarono a Bologna. Procedendo in questo spicchio di centro storico si può arrivare fino a via Fondazza 36 per visitare la casa – museo di Giorgio Morandi, che conserva ancora intatto lo studio del pittore, con i suoi pennelli, i vasi e i barattoli che fecero da modelli per le sue nature morte (il 15, orario 16-20, 051 6496611). Percorrendo invece via Indipendenza, l’arte si coglie in via Manzoni. Al civico 4 il Museo Medievale si unisce alle celebrazioni dantesche con l’esposizione “Dante e la miniatura a Bologna al tempo di Oderisi da Gubbio e Franco Bolognese”. Ma l’arte del Trecento si lascia contaminare anche dai linguaggi contemporanei con le opere Maurizio Donzelli, nella personale intitolata “In nuce” (il 15 agosto, 10-19; info 051 2193916).

L’arte contemporanea è protagonista poi all’ex Forno del Pane, in via Don Minzoni, tra il Museo Morandi e il Mambo, entrambi aperti per Ferragosto dalle 10 alle 21 (info 051 6496611). Anche qui si possono visitare alcune mostre temporanee: un focus sulle raccolte del Mambo, un percorso a tema tra le incisioni morandiane e la personale “Safe and Sound” di Aldo Giannotti alla Sala delle Ciminiere.

Fuori porta si fa tappa al Mast, in via Speranza 42, dove è allestita la mostra “Displaced” di Richard Mosse (su prenotazione, info: gallery@fondazionemast.org).

Ma il giorno di Ferragosto si possono visitare anche il Museo per la Memoria di Ustica, in via Saliceto 3/22) dalle 17 alle 20 e Palazzo Albergati, in via Saragozza 28, con la mostra “Andrea Pazienza. Fino all’estremo” dalle 10 alle 20

I concerti in Riviera

https://bologna.repubblica.it/cronaca/2021/08/14/news/concerti_in_riviera_per_ferragosto_da_ruggeri_e_casadei_a_orietta_berti_e_madame-313965561/

Domani Raoul Casadei, portato via dal Covid in primavera, avrebbe compiuto 84 anni e come ogni anno anche in sua assenza la ricorrenza verrà celebrata in grande stile, in un’estate che il figlio Mirko e la sua Orchestra hanno dedicata tutta al ricordo del Re del liscio. La festa sarà allora tra Cesenatico e Gatteo Mare, lungo il viale delle Nazioni che ospita la casa della famiglia Casadei, in quella che è stata rinominata Piazza Romagna Mia. La strada sarà abbellita dalle luminarie col testo di “Romagna Capitale”, sul palco accompagnato dall’orchestra di Mirko Casadei ci sarà Enrico Ruggeri, che oltre ai propri successi porterà sul palco alcune rivisitazioni dei classici del liscio.

Al sorgere del sole, nelle prime ore del Ferragosto, a Coriano, dove al Parco Simoncelli si fanno le 5 del mattino per ascoltare i Quintorigo nella loro unica data romagnola per omaggiare Charles Mingus, contrabbassista che ha rivoluzionato il jazz. Domani alle 22 per la ser

(Paola Naldi)

 

Bari, la mostra di Steve McCurry

Ferragosto all’insegna dell’arte per i turisti che scelgono Bari. La mostra fotografica “Steve McCurry: leggere”, allestita all’interno del Teatro Margherita, è aperta dalle 11 alle 23 (info all’indirizzo https://www.tosc.it/events…/steve-mccurry-leggere-2943061/). Nel museo archeologico di Santa Scolastica, sulla muraglia della città vecchia, accanto agli straordinari pezzi della collezione stabile i visitatori possono ammirare – per l’ultimo giorno di esposizione – le opere di arte contemporanea delle “Forme del Desiderio”, la mostra dedicata al mondo del collezionismo (ingressi consentiti dalle 10 alle 12 e dalle 19 alle 24, info: https://www.facebook.com/Museodisantascolastica). Negli spazi del Museo Civico, in strada Sagges 13, nell’ambito di “Polvere di Stelle”, sono in mostra le donne icona di Lediesis, tra le più celebri street artist italiane, balzate agli onori della cronaca nazionale per le loro iconiche SuperWomen (17.30-20.30, https://www.museocivicobari.it/polvere-di-stelle-le…)

Sempre nel Barese, a Monopoli, nell’ambito del festival internazionale di fotografia e arte “Phest”, sono visitabili 30 mostre. Di queste, 14 sono outdoor sulla muraglia, sui balconi della città vecchia, su piattaforme galleggianti e una sottomarina di sculture da visitare con gli occhialini mentre si fa il bagno, e 16 indoor (10-13,17-22) a Palazzo Palmieri, nella chiesa di SS. Pietro e Paolo e nella chiesa di San Salvatore (www.phest.info).

A Taranto, il MatTa propone “Taras e Vatl. Protagonisti del Mediterraneo a confronto”, progetto espositivo a cura della direttrice Eva Degli Innocenti che, con l’artista Nicola Genco, mette in scena la ricostruzione di un monumentale complesso funerario di metà VII e V secolo avanti Cristo a Vetulonia ( 9-13, 15.30-19.30. Info: 099.453.21.12).

A Palazzo Tamborino Cezzi, a Lecce, residenza ottocentesca nel centro storico, si svolge “Palai” con 40 presenze internazionali a cura delle gallerie parigine Balice Hertling e Ciaccia Levi in collaborazione con realtà locali come Pia (su appuntamento, 11-13,16.30-20. info@palaiprpject.com). Al Must è visitabile la personale “Lupiae” dell’artista Luisa Elia, un percorso di sculture a terra e a parete a cura di Giorgio Verzotti (10- 21, info: 0832.34.10.87).

Ancora in Salento, a Otranto, c’è la mostra “Banksy al Castello 2002 2007 prints selection”, prodotta da MetaMorfosi Associazione Culturale e MostreLab, a cura di Stefano Antonelli e Gianluca Marziani su progetto di Lorenzo Madaro (Info: 0836.21.00.94).

(Isabella Maselli)

Napoli, cinema e musei

Rovente e accogliente. Nonostante le temperature da bollino rosso, con la media di 38 gradi, Napoli si prepara al Ferragosto con una serie di iniziative rivolte ai tanti turisti e cittadini rimasti. Per il 15, tutti i musei saranno aperti: a cominciare dal Palazzo Zevallos di via Toledo, sede di Gallerie d’Italia di Intesa Sanpaolo (custode del “Martirio di Sant’Orsola”, l’ultimo capolavoro di Caravaggio e di una collezione del maestro Vincenzo Gemito), che per l’intera giornata accoglierà i visitatori gratuitamente. Attivi anche il Museo archeologico Nazionale (con un allestimento sui Gladiatori), la pinacoteca di Capodimonte (mostra di Raffaello) e il Palazzo Reale, oltre all’immancabile Cappella Sansevero, gioiello del Barocco partenopeo.

Ancora, cinema sotto le stelle, alle 20.30, nel cortile del convento di San Domenico Maggiore: per domenica è in programma la proiezione della versione restaurata de “Il Settimo Sigillo” di Ingmar Bergman (Green Pass obbligatorio all’ingresso). Spazio al teatro, nello spiazzo del Maschio Angioino, con la rassegna “Ridere”. Sul palco, Gianni Parisi, con lo spettacolo “Da Ponente a Levante” (biglietto 13 euro, info 081 564 7525).

Da non perdere, fuori Napoli, un tour a Pompei, dove ha aperto per la prima volta il termopolio della Regio V, dopo gli scavi effettuati nell’area. La piccola tavola calda nella città sepolta, una delle oltre ottanta ritrovate, spicca per le sue splendide decorazioni, con l’immagine della Nereide a cavallo di un ippocampo e scene di natura morta con animali.

LINK

https://napoli.repubblica.it/cronaca/2021/08/14/news/da_pompei_al_mann_ecco_il_ferragosto_nei_luoghi_d_arte-313944713/

(Paolo De Luca)

 

Firenze all’insegna dell’arte

L’arte presidia il Ferragosto fiorentino fino a sera, per poi passare il testimone agli eventi live nei locali in riva all’Arno. Pronti ad accogliere turisti e non, tutti i musei civici (055 2768224): da Palazzo Vecchio (ore 9-19) a Santa Maria Novella (ore 12-17). Non mancano aperture eccezionali: il Museo Bardini (ore 11-17) e la Cappella Brancacci (ore 13-17). Fino alle 21 si possono visitare il Museo Novecento (dalle 11) e il Forte Belvedere. Proprio qui, alle 19, parte l’aperitivo “Watermelon party” (393 8137277). Si possono visitare, tra gli altri, anche gli Uffizi (ore 8,15-18,50), la Galleria dell’Accademia (ore 9-18,45), il Bargello (ore 8,45-13,30), il Museo archeologico nazionale (ore 8,15-14) e il Museo di San Marco (ore 8,15-13,50). Per chi è in cerca di spazi verdi, c’è il Giardino di Boboli (ore 8,15-19). Al calar della sera, si può scegliere tra una grigliata a bordo piscina con bagno notturno (Le Pavoniere, 392 17 24 859), una cena con concerto rock alla Limonaia di Villa Strozzi (389 0387299) o il doc “Pina” di Wim Wenders al Teatro Romano di Fiesole (055 5961293). Lungo le due rive dell’Arno, infine, musica latina all’Anconella Garden, dj set al Fiorino sull’Arno (333 8143000) e cocomerata sulla spiaggetta del River Urban Beach (www.riverurbanbeach.it).

(Barbara Gabrielli)

 

Palermo, spiagge blindate la sera

Spiagge blindate per il secondo Ferragosto in pandemia in una Sicilia alle prese con un forte aumento dei contagi. Falò, musica, assembramenti e consumo di bevande in bottiglie di vetro vietati in tutte le spiagge libere siciliane. Ma molti sindaci da Cefalù a Taormina e San Vito Lo Capo vanno oltre e stasera e domani chiudono gli arenili. A Palermo da stamattina e fino a domani a mezzanotte divieto di vendita e il consumo di bevande alcoliche in spiaggia. Ma anche divieto di stazionamento nel parco della Favorita e nella riserva di Monte Pellegrino: niente picnic e grigliate. E come nel periodo dei lockdown tornano in volo i droni per scovare i trasgressori. Provvedimenti che molti primi cittadini avevano già varato ma che l’ordinanza di ieri sera del governatore Musumeci sulle nuove norme anti Covid ha reso obbligatori.

 (Gioacchino Amato)

.

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source