Napoli, il grande cuore di Osimhen: “Aiutatemi a trovare questa ragazza, voglio aiutarla”

Pubblicità
Pubblicità

Un campione che sta accendendo l’entusiasmo dei tifosi. Victor Osimhen ha ritrovato la forma migliore dopo mesi di tormento sportivo per l’infortunio alla spalla e col gol realizzato alla Sampdoria si è definitivamente rilanciato. Il numero 9 sogna una maglia da titolare pure contro l’Inter e la qualificazione alla prossima Champions League. Ma non dimentica le sue origini.

E’ nato ad Olusosun, quartiere a nord di Lagos, e ha avuto un’infanzia poverissima. Ha perso la madre quando era piccolo (“Non ricordo nemmeno l’anno”, ha detto in un’intervista) e dopo qualche mese suo padre si è trovato senza lavoro. Ha dovuto dare una mano. In palio c’era la sopravvivenza: “Vendevo bottiglie d’acqua e bibite nel traffico”.

Per questo motivo è rimasto molto colpito da una foto che è presente nelle sue storie di Instagram. Dopo aver celebrato la prodezza di Marassi, ha deciso di occuparsi di un argomento per lui molto più serio: ha pubblicato lo scatto di una ragazza africana, con una gamba amputata e una stampella, necessaria per camminare, che in testa ha un recipiente con alcune bottiglie d’acqua, probabilmente da vendere: “Questa immagine – ha scritto l’attaccante del Napoli in inglese – è scoraggiante, ma allo stesso tempo mi dà tanta motivazione. Aiutatemi a trovarla. Chi ha qualche informazione, non esiti a contattarmi in privato”. Perché è impossibile dimenticare quelle sofferenze. Osimhen le ha superate con il calcio (con le prime scarpe trovate in una discarica) e ha deciso di aiutare chi non ha avuto la sua stessa fortuna.

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source