Napoli-Lazio 3-1: biancocelesti ko e quarti, ma Immobile eguaglia il record di Higuain

La Republica News

NAPOLI –  Il Napoli ritrova la sua anima, la Lazio può sorridere solo per il record di Immobile. I partenopei, strigliati dalle parole di Gattuso dopo il ko di martedì a San Siro, chiudono il campionato con un successo per 3-1 sui biancocelesti che dà fiducia in vista degli ottavi di Champions contro il Barcellona. La nota dolente, però, è l’infortunio muscolare che nel finale costringe Insige a lasciare il campo: gli accertamenti chiariranno l’entità del problema. La Lazio, invece, sognava un finale decisamente diverso. Se Immobile, a poco più di 20 km dalla sua Torre Annunziata, festeggia i 36 gol che lo rendono il bomber più prolifico della storia in una singola stagione di serie A, assieme a Higuain, Inzaghi deve accontentarsi del quarto posto che di fatto lo costringe a rimandare la matematica certezza di un posto in Champions. Se il Napoli alzasse la coppa dalle grandi orecchie e la Roma conquistasse l’Europa League, infatti, la quarta classificata slitterebbe nella seconda competizione continentale. Un’ipotesi improbabile, ma non impossibile. Marusic a sinistra, Gattuso fa le prove per il Camp NouPrivo di Radu, Leiva, Lulic e Caicedo, Simone Inzaghi aveva pochi dubbi e scioglie l’unico vero ballottaggio della vigilia in favore di Marusic, preferito a Jony sulla sinistra. Gattuso si affida al tridente Callejon-Mertens-Insigne, in quella che sembra essere a tutti gli effetti la prova generale per la sfida del Camp Nou. La Lazio sprinta in avvio, ma al 9′ viene punita da un tiro da fuori di Fabian Ruiz, imprendibile per Strakosha complice una leggera deviazione di Luiz Felipe. La cronaca della partitaLa Lazio sbandaLo svantaggio fa sbandare i biancocelesti che rischiano di subire il raddoppio: Di Lorenzo viene anticipato di un soffio dalla provvidenziale chiusura di Luiz Felipe, mentre la conclusione di Insigne dall’interno dell’area sfiora il palo. Gattuso, forse anche in previsione del match con il Barcellona, sembra avere impostato una gara d’attesa e i partenopei tornano presto a cedere l’iniziativa alla Lazio. Immobile raggiunge HiguainGli ospiti alzano così il baricentro e al 22′ agguantano il pari con la zampata sul primo palo del solito Immobile, che ringrazia Marusic per l’assist che gli permette di eguagliare il record di Higuain. La seconda metà della prima frazione scorre via su ritmi blandi e senza regalare particolari emozioni. Nella ripresa il Napoli mostra un atteggiamento meno attendista e i risultati non tardano ad arrivare. Al 54′ i padroni di casa passano su calcio di rigore, concesso per un fallo subito da Mertens al momento del tiro in area. Insigne e Politano regalano il successo al NapoliDal dischetto Insigne è glaciale e spiazza Strakosha. La Lazio prova a reagire, colpisce un palo esterno con Correa ma non riesce a dare continuità alla propria manovra offensiva. Così il Napoli, in un finale caratterizzato dall’infortunio di Insigne e da tanto nervosismo (viene sfiorata la rissa in due occasioni), chiude i conti al 92′ con Politano. L’ex Inter, servito da Mertens, non perdona davanti a Strakosha. Il Napoli può pensare al Barcellona, Inzaghi sperava di festeggiare diversamente le 203 presenze sulla panchina laziale, grazie alle quali supera Zoff e diventa il tecnico biancoceleste più longevo. Napoli-Lazio 3-1 (1-1)Napoli (4-3-3): Ospina; Di Lorenzo, Manolas, Koulibaly, Mario Rui (33′ st Ghoulam); Fabian Ruiz, Lobotka (34′ st Demme), Zielinski (40′ st Politano); Callejon (34′ st Lozano), Mertens, Insigne (39′ st Elmas). In panchina: Karnezis, Maksimovic, Luperto, Hysaj, Allan, Younes, Milik. All. Gattuso.Lazio (3-5-2): Strakosha; Patric (18′ st Vavro), Luiz Felipe, Acerbi (18′ st Bastos); Lazzari (38′ st Lukaku), Milinkovic-Savic, Parolo (42′ st Anderson), Luis Alberto, Marusic; Correa (42′ st Adekanye), Immobile. In panchina: Proto, Guerrieri, Armini, D. Anderson, Cataldi, Raul Moro. All. Inzaghi.Reti: 9′ pt Fabian Ruiz, 22′ pt Immobile, 9′ st Insigne (rig.), 47′ st Politano.Arbitro: Calvarese di Teramo.Note – Serata piovosa, terreno in buone condizioni. Ammoniti: Koulibaly, Mario Rui, Immobile, Inzaghi, Gattuso, Milinkovic-Savic, Elmas. Angoli: 2-2. Recupero: 2′ pt, 6′ st.


Go to Source

Commenti l'articolo

Rispondi