Nasce a Bologna il centro Philip Morris per lalta formazione

Nasce a Bologna il centro Philip Morris per l’alta formazione

Libero Quotidiano News
Pubblicità

11 dicembre 2020
Condividi:

Milano, 11 dic. (askanews) – Al via i lavori per la costruzione del Philip Morris Institute for manufacturing competences (Imc), nuovo centro per l’alta formazione delle competenze legate a Industria 4.0. L’obiettivo, afferma la società, è realizzare “un centro di sviluppo delle competenze per la formazione continua e il trasferimento tecnologico”.
Un progetto innovativo “che si propone di rappresentare un punto di riferimento, a livello regionale e nazionale, a supporto dello sviluppo delle competenze avanzate per le professioni del futuro nel mondo manifatturiero”. Il centro sorgerà accanto allo stabilimento produttivo di Philip Morris Manufacturing & Technology Bologna a Crespellano e i lavori si concluderanno nell’estate del 2021.
Il progetto per la nuova struttura sarà realizzato secondo i più avanzati standard di sostenibilità ambientale. L’edificio sarà inoltre munito di un parco fotovoltaico per la produzione di energia elettrica.
“Celebrare – ha detto il presidente e amministratore delegato di Philip Morris Italia, Marco Hannappel – l’avvio di un progetto per lo sviluppo delle competenze e del capitale umano è motivo di grandissimo orgoglio per me e per le oltre 30mila persone che lavorano nella filiera di Philip Morris in Italia. La manifattura e le competenze digitali sono il presente ma soprattutto il futuro dell’Italia”.
Il Philip Morris IMC rappresenta un ulteriore importante passo nella costruzione della filiera integrata d’eccellenza di Philip Morris in Italia. Un impegno che ha generato investimenti agricoli per circa 2 miliardi di euro complessivi a partire dal 2000, con una forte attenzione per l’innovazione e la sostenibilità agricola assieme al MIPAAF e a Coldiretti. L’impegno di Philip Morris ha anche coinvolto l’indotto manifatturiero italiano, grazie all’investimento da oltre 1 miliardo di Euro nel bolognese per la prima fabbrica al mondo per i prodotti del tabacco senza combustione. Inoltre, da ultimo, a completamento della filiera italiana, si è aggiunto il recente investimento per la realizzazione del Philip Morris Digital Information Service Center (DISC), centro dedicato ai servizi digitali al consumatore che prevede la creazione di 400 posti di lavoro entro il 2021 nella città di Taranto, con un investimento di circa 100 milioni di Euro in cinque anni.



Go to Source