Nepal, l’alpinista Giampaolo Corona in salvo sull’Annapurna: “Sto bene, non ho bisogno di aiuto”

Pubblicità
Pubblicità

L’alpinista italiano Giampaolo Corona è stato localizzato da una squadra di soccorso sul monte Annapurna, in Nepal, dopo che era stato dato per disperso per 24 ore. Lo scalatore è in grado di proseguire da solo la discesa. Lo ha riferito il sito del giornale in lingua inglese Himalayan Times. Le ricerche in elicottero hanno permesso di stabilire un contatto radio con il 49enne scalatore trentino che aveva appena conquistato la vetta dell’8mila senza l’ausilio di ossigeno supplementare o portatori d’acqua.

Il contatto radio è stato stabilito alle 13 (le 9 del mattino in Italia) dopo che Corona è stato visto discendere sotto il Campo IV a una quota di 7.400 metri. “Sto bene e per ora non ho bisogno di aiuto”, avrebbe dichiarato via radio l’alpinista italiano al pilota dell’elicottero di soccorso.

Corona, uno scalatore molto esperto con alle spalle tante missioni tra Nepal, India e Pakistan, nell’ascesa aveva avuto come compagno di cordata l’austriaco Hans Wenzl.

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *