Nidi di tagliolini, l’arte della composizione

Pubblicità
Pubblicità

Cosa serve?

300 g. tagliolini all’uovo, besciamella già pronta (piuttosto liquida), 150 g. piselli (anche surgelati), uno scalogno, 100 g. carne macinata (si può sostituire con funghi), pangrattato, burro, pirottini monoporzione per la cottura

Cosa fare?

Far cuocere i tagliolini tenendoli al dente. In una pentola cuocere i piselli con olio e scalogno, aggiungendo sale e pepe a piacere. Scolare la pasta, condirla con la besciamella – tenendone un po’ da parte – e i piselli cotti. Aiutandosi con una forchetta sistemare un piccolo nido di tagliolini in ogni pirottino, aggiungere al centro tre piccole polpette ricavate dalla carne macinata (o, in alternativa, pezzetti di funghi champignon). Coprire con altri tagliolini e terminare con la besciamella tenuta da parte. Spolverizzare di pangrattato e mettere un fiocchetto di burro su ciascuna crostatina. Sistemare tutti i pirottini su un vassoio e infornare a 180° fino a doratura (circa 15 minuti). Si possono preparare in anticipo e scaldare al momento.

Consigli

Per una buona riuscita la besciamella deve essere molto morbida e le polpettine minuscole (così come i funghi – in caso di versione vegetariana – devono essere fatti a pezzetti).

Il fatto

Emergenza globale” sono le due parole pronunciate dall’OMS che cambieranno per sempre le nostre vite. Quel giovedì 30 gennaio in redazione si respira aria pesante, tra incredulità e conferma delle notizie che arrivano dall’Ospedale Spallanzani di Roma. Gli occhi della nazione sono puntati sull’Hotel Palatino dove due turisti cinesi hanno alloggiato prima che la banale influenza di lui venisse catalogata come infezione da coronavirus. C’è tensione in attesa della conferenza stampa del Presidente Giuseppe Conte che confermerà timori dei quali non si conoscono i confini: la foto di prima pagina (un ingrandimento del virus che vedevamo per la prima volta) ci catapulta in un mondo sconosciuto, apparentemente innocuo ma che si rivelerà letale. Di spalla la notizia sull’uscita della Gran Bretagna dall’UE: su Repubblica intervengono i presidenti delle istituzioni europee Charles Michel, Ursula von der Leyen, David Sassoli con un augurio congiunto “Sia l’alba di una nuova Europa”

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source