Niente assicurazione sull’Ucraina, un volo SkyUp da Madeira a Kiev costretto ad atterrare a Chisinau

Pubblicità
Pubblicità

KIEV – Un aereo della compagnia aerea SkyUp partito da Madeira e diretto a Kiev è stato costretto ad atterrare a Chisinau in quanto la società che aveva l’apparecchio in locazione si è rifiutata di lasciarlo entrare nello spazio aereo ucraino. Lo riferisce l’ufficio comunicazioni del vettore. E’ stato organizzato un trasferimento a Kiev per i 175 passeggeri a bordo. Secondo i media ucraini, le maggiori compagnie assicurative britanniche, che riassicurano altre società internazionali del settore, hanno informato tutti i proprietari di aeromobili mondiali che la copertura assicurativa per i velivoli in Ucraina cesserà di operare entro 48 ore, il che porterebbe a una chiusura di fatto dello spazio aereo del Paese. Il volo SkyUp sembra il primo a essere interessato.

L’ufficio del presidente Zelensky ha protestato facendo sapere di non vedere le ragioni di una chiusura.

La Farnesina invita gli italiani a lasciare l’Ucraina

“Il 12 febbraio 2022, il locatore – residente in Irlanda – ha informato la compagnia aerea di un divieto immediato all’ingresso dell’aereo UR-SQO nello spazio aereo dell’Ucraina”, comunica SkyUp, “nonostante tutti gli sforzi della compagnia aerea e la prontezza delle autorità statali ucraine nel rivolgersi al locatore, il proprietario dell’aeromobile ha opposto un rifiuto categorico”.

L’episodio è per ora isolato e non ci sono ancora avvisaglie di cancellazioni di massa dei voli. Ria Novosti sottolinea che, a quanto risulta dai tabelloni degli aeroporti di Boryspil, Kharkiv, Zaporozhye, Lvov e Dnipro, i voli vengono operati nei tempi previsti.

Londra ritira i suoi osservatori Osce in Ucraina

 

Gli osservatori britannici dell’Osce, Organizzazione per la sicurezza e la cooperazione in Europa, vengono ritirati dall’Ucraina: ad annunciarlo è stato un portavoce del Foreign Office citato dalla Cnn. “In linea con le nostre responsabilità, abbiamo preso la decisione di ritirare i nostri osservatori distaccati presso la missione Smm dell’Osce. Prendiamo molto sul serio la sicurezza del nostro personale”, ha dichiarato. La Missione speciale di monitoraggio dell’OSCE in Ucraina (Smm) era stata dispiegata il 21 marzo 2014. “La Smm è una missione civile disarmata, presente sul campo 24 ore su 24, 7 giorni su 7 in tutte le regioni dell’Ucraina. I suoi compiti principali sono osservare e riferire in modo imparziale e obiettivo sulla situazione in Ucraina e facilitare il dialogo tra tutte le parti”, si legge sul sito dell’organizzazione.

Il ministro della Difesa britannico: “Sento profumo di Monaco 1938”

 

Il segretario alla Difesa britannico Ben Wallace ha paragonato gli sforzi diplomatici occidentali per scongiurare un’invasione russa dell’Ucraina all’accordo con la Germania nazista prima della seconda guerra mondiale. In un’intervista al Sunday Times il ministro di Londra ha detto “c’è un’atmosfera che ricorda Monaco in alcuni Paesi occidentali” riferendosi alla conferenza che si tenne nella città della Baviera nel 1938 che consegnò ad Adolf Hitler parti dell’allora Cecoslovacchia nel tentativo, fallito, di evitare il grande conflitto in Europa. Per Wallace Vladimir Putin potrebbe inviare in Ucraina le sue truppe ammassate ai confini “in qualsiasi momento”. “Ciò che preoccupa è che nonostante l’aumento degli sforzi diplomatici il potenziamento militare è continuato. Non si è fermato, è continuato”, ha sottolineato il ministro della Difesa britannico.

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source