Nonostante l’assalto fascista alla Cgil, domenica a Predappio la commerazione della marcia su Roma

Pubblicità
Pubblicità

Nonostante le mozioni in parlamento per lo scioglimento dei movimenti fascisti, dopo l’assalto alla Cgil a Roma del 9 ottobre, anche quest’anno, domenica prossima, si svolgerà a Predappio il raduno dei nostalgici del fascismo per il 99/o anniversario della Marcia su Roma, avvenuta il 28 ottobre 1922, che, con l’incarico di presidente del consiglio affidato dal re a Mussolini, portò il fascismo al potere.

I partecipanti si concentreranno a Predappio per poi andare, in corteo, al cimitero di San Cassiano, dove si trova la cripta della famiglia Mussolini con le spoglie del duce. La manifestazione, per le misure anti covid, si terrà in forma statica all’ingresso del cimitero. Per l’occasione sarà aperta per tutto il giorno la cripta Mussolini dove potranno accedere quattro persone alla volta. Ci saranno le pronipoti del duce Orsola e Vittoria Mussolini a cui si aggiungeranno anche Edda Negri Mussolini e Paola Mussolini.

L’iniziativa è organizzata dall’associazione Arditi di Ravenna che ha per altro segnalato il pericolo di infiltrazioni da parte di agitatori intenzionati a creare disordini: La stessa associazione ha comunicato di aver rafforzato il suo servizio d’ordine. Su questo è intervenuto il sindaco di Predappio, Roberto Canali: “Mi è stato assicurato anzi un rafforzamento dei servizi da parte della Questura”. Di tono diverso il messaggio di Andrea De Maria, deputato del Pd: “Domenica a Predappio è prevista una manifestazione nell’anniversario della Marcia su Roma. Auspico che le autorità competenti ricordino, in quella occasione, che in Italia come è giustamente garantita la piena libertà di manifestazione, è invece un reato l’apologia di fascismo”.

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source