225607944 86f38cc4 0d77 4fe5 94b4 95a5606b53c1

Nozze segrete per Boris Johnson: “Ha sposato la fidanzata Carrie Symonds”

La Republica News
Pubblicità
Pubblicità

225607944 86f38cc4 0d77 4fe5 94b4 95a5606b53c1

LONDRA – Si sarebbero già svolte in gran segreto le nozze tra il premier britannico Boris Johnson e la sua fidanzata Carrie Symonds. E’ quanto hanno rivelato i tabloid britannici The Sun e Mail on Sunday, precisando che il matrimonio è stato celebrato alla Westminster Cathedral di fronte ad un piccolo gruppo di familiari ed amici. Da Downing Street arriva un secco “no comment” alle richieste di una conferma: “Ho rigide indicazioni di non rilasciare commenti”, ha detto un portavoce.

Le rivelazioni della stampa sulle presunte nozze segrete arrivano appena pochi giorni dopo che la coppia ha detto di aver inviato un biglietto ad amici e parenti per comunicare che si sposeranno il 30 luglio 2022. Secondo The Sun anche alti funzionari di Downing Street sarebbero stati completamente all’oscuro del matrimonio segreto.

Regno Unito, critiche a Johnson per la ristrutturazione di Downing Street voluta dalla fidanzata Carrie Symonds

Fidanzati dal dicembre del 2019, Johnson, che ha 56 anni ed altri due matrimoni alle spalle, e Symonds, 33 anni, hanno avuto un anno fa Wilfred, il sesto figlio del premier britannico. Secondo i tabloid alla cerimonia hanno partecipato una trentina di persone e tutti hanno ricevuto l’invito all’ultimo minuto. Il matrimonio è stato celebrato nella cattedrale cattolica da padre Daniel Humphries, lo stesso che ha battezzato il figlio della coppia lo scorso anno. L’operazione segreta sarebbe stata preparata per mesi, ed oggi, poco dopo le 13.30, la chiesa è stata svuotata, con lo staff che ha comunicato a visitatori che andava in lockdown. Mezz’ora dopo è arrivata, a bordo di una limousine, la futura moglie del premier, che indossava un abito bianco lungo, senza velo.

Regno Unito, la “first lady” Carrie Symonds dietro la svolta moderata di Johnson

Le normative del Covid ancora in vigore limitano a 30 il numero massimo di invitati ad un matrimonio, anche se si pensa che il limite potrà essere revocato il prossimo 21 gennaio. Molte coppie durante il Covid hanno celebrato dei matrimoni ristretti, rinviando i festeggiamenti a dopo la fine della pandemia. Symonds è praticante cattolica, mentre Johnson ha lasciato il cattolicesimo della madre per la chiesa anglicana quando era ad Eton.

Uno degli ospiti, rivela il tabloid Mail on Sunday, ha descritto la sposa come “estremamente felice” ed il premier “molto elegante” e “incapace di spostare lo sguardo dalla sposa”. Il padre di Johnson, Stanley, è stato fotografato davanti a Downing Street questo pomeriggio insieme alla figlia Julia. Johnson e Symond sono stati la prima coppia non sposata a trasferirsi nella residenza del premier britannico.



Go to Source