Nuova Zelanda, il trionfo di Ardern. Dalla difesa dell’ambiente alla lotta al Covid è ancora “Jacindamania”

La Republica News

LONDRA – Le congratulazioni vengono da tutto il mondo. “Felice di continuare a lavorare con lei contro il cambiamento climatico”, manda a dire il premier britannico Boris Johnson. “Una vittoria per il potere alle donne in tutto il mondo”, scrive il primo ministro canadese Justin Trudeau. “Il segno che il coraggio e la compassione pagano”, afferma il Dalai Lama, alludendo al successo nella lotta alla pandemia. Giunge anche, inaspettato, un sarcastico commento di Donald Trump: “In arrivo gigantesca onda rossa”, twitta il presidente americano, apparente riferimento al colore con cui sono contrassegnati sulla mappa elettorale Usa gli stati vinti dai repubblicani. Come dire che all’affermazione dei progressisti in Oceania, risponderà presto lui negli Stati Uniti.Certamente il capo della Casa Bianca e Jacinda Ardern non cavalcano la stessa onda.Trionfalmente rieletta premier della Nuova Zelanda, la leader laburista si è distinta per la difesa dell’ambiente e nel combattere il Covid 19 con misure drastiche, diventando un simbolo per i progressisti ben al di là del suo remoto Stato insulare nel Pacifico meridionale, specie in un momento in cui il mondo è stato in preda al populismo, come durante il suo primo mandato. Ora molti sperano che la squillante vittoria ottenuta sabato alle urne preannunci risultati analoghi anche altrove, a cominciare naturalmente proprio dalle imminenti elezioni negli Stati Uniti.repApprofondimento


Go to Source

Commenti l'articolo

Rispondi