Ocean Viking ancora in mare con 180 migranti. Nessuno le dà il permesso di sbarco

La Republica News

Cinque richieste, cinque risposte negative. E nel Mediterraneo scoppia il caso Ocean Viking, la nave di Sos Méditerranée in stand by con 180 persone a bordo soccorse nei giorni scorsi. A differenza delle altre Ong, dalla Sea Watch alla Mare Jonio, che hanno avuto rapidamente assegnato un porto dal governo italiano dopo le operazioni di soccorso, la Ocean Viking ha ricevuto sempre dinieghi. E ora il direttore operativo di Sos Méditerranée Frédéric Penard accusa: “Siamo lasciati soli in un limbo senza alcuna indicazione di un porto di sbarco. Abbiamo inviato cinque richieste alle autorità marittime italiane e maltesi: finora non abbiamo ricevuto risposte tranne due, negative. I sopravvissuti hanno detto alle nostre squadre di soccorso di aver trascorso da due a cinque giorni in mare prima di essere salvati dalla Ocean Viking. Ciò significa che alcuni dei 180 sopravvissuti sono in condizioni precarie da più di 8 giorni. Questa condizione è inaccettabile”. Sos Méditerranée denuncia una situazione di pericolo a bordo con alcuni migranti che minacciano di buttarsi in mare. “Dove è finito l’accordo di Malta sulla redistribuzione? – chiedono – il sostegno degli stati Ue ha fatto la differenza in passato. Non deve fermarsi ora”.


Go to Source

Commenti l'articolo

Rispondi