Olimpiadi, Lorenzo Zazzeri derubato appena rientrato da Tokyo: “Vi prego, ridatemi i miei ricordi”

Pubblicità
Pubblicità

Dal sogno all’incubo nel giro di pochi minuti. Sembrava un ritorno in stile Re Carlo dalla guerra quello di Filippo Zazzeri nella sua piscina Bellariva dopo la medaglia d’argento conquistata a Tokyo nella 4×100 ma qualcuno, evidentemente, non era d’accordo. Così, mentre il nuotatore fiorentino firmava autografi, scattava selfies tra la sua gente, si godeva un Presidente Pieri felice come un bambino e tutto l’universo che aveva contribuito a questo traguardo impensabile, la sua macchina è stata sfondata nei vetri e privata di tutte le valigie e di tutti i ricordi delle Olimpiadi, dall’Ipad alla GoPro con tutti i video, oltre ai souvenir per la famiglia di valore inestimabile visto il contesto.

Questo contenuto è
riservato agli abbonati

1€/mese per 3 mesi poi 5,99€/mese per 3 mesi

Attiva Ora

Tutti i contenuti del sito

5€/mese per 3 mesi poi 13,99€/mese per 12 mesi

Attiva Ora

Tutti i contenuti del sito, il quotidiano e gli allegati in digitale

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source