Omicidio a Raffadali, ucciso un ventiquattrenne in piazza: è stato il padre

Pubblicità
Pubblicità

Poco dopo le 11, un ragazzo di 24 anni, Gabriele Rampello, è stato freddato in pieno centro, a Raffadali, provincia di Agrigento. Le telecamere di sorveglianza del Comune hanno ripreso la scena, in piazza Progresso. I carabinieri si sono messi subito sulle tracce dell’assassino. E pochi minuti dopo è arrivata una drammatica svolta: l’uomo fermato per l’omicidio è il padre del giovane, un poliziotto in servizio a Catania. Stava prendendo un autobus. Nello zaino aveva la pistola d’ordinanza.

Adesso, le indagini dei carabinieri, coordinate dal procuratore di Agrigento Luigi Patronaggio, stanno cercando di ricostruire il movente del gesto. Un altro dramma familiare, a pochi giorni di distanza dalla strage di Licata, un fratello che uccide l’altro, e poi scaglia il suo odio anche nei confronti della cognata e dei nipoti.

L’uomo fermato questa mattina dai carabinieri a Raffadali ha già confessato. Ha raccontato delle continue liti con il figlio. Stamattina, il drammatico epilogo.

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source