Omicidio Marco Vannini Ciontoli condannati 14 anni per Antonio 9 e 4 mesi a moglie e figli

Omicidio Marco Vannini, Ciontoli condannati: 14 anni per Antonio, 9 e 4 mesi a moglie e figli

La Republica News
Pubblicità

Non è ancora la parola fine, ma questa volta potremmo esserci davvero vicini. Nel processo bis la Corte d’Assise d’Appello ha condannato a 14 anni Antonio Ciontoli e a nove anni e quattro mesi i figli Martina e Federico Ciontoli e la moglie Maria PezzilloMarco Vannini, bagnino di 21 anni di Cerveteri, venne ucciso il 18 maggio 2015 a Ladispoli, raggiunto da un colpo di arma da fuoco sparatogli da Antonio Ciontoli, padre della fidanzata Martina, all’interno della villetta di famiglia in via De Gasperi. Il ragazzo era nella vasca da bagno quando fu raggiunto dallo sparo esploso dal padre della fidanzata: un solo colpo, ma che risultò fatale visto che nessuno dei presenti in casa, cioè Martina, l’altro figlio della coppia Federico Ciontoli e la loro madre Maria Pezzillo, chiamò tempestivamente i soccorsi che avrebbero permesso di salvare la vita a Marco. Dal momento del colpo esploso dal sottufficiale di Marina distaccato ai Servizi all’arrivo dei soccorsi, passarono 110 minuti. Quasi due ore in cui, secondo la ricostruzione dei processi, i Ciontoli si preoccuparono più delle conseguenze lavorative del padre che della vita di Marco.Il pg, durante la sua requisitoria il 16 settembre scorso, aveva chiesto 14 anni per omicidio volontario in concorso per tutta la famiglia o in subordine di valutare l’ipotesi di concorso anomalo in omicidio, e condannarli a 9 anni e 4 mesi.


Go to Source