Omicron in rapida crescita. In Italia già 84 casi. L’Oms conferma: “Raddoppia in 1,5 giorni, più veloce di Delta”

Pubblicità
Pubblicità

La variante Omicron è “una nuova insidia”. Così il ministro della Salute, Roberto Speranza che aggiunge: “In Italia i numeri sono ancora limitati ma in queste ore il ministero della Salute ha deciso che nella giornata di lunedì si farà una nuova flash survey, ovvero una nuova verifica della prevalenza delle diverse varianti nel Paese perché è fondamentale capire quanto sta crescendo la Omicron e con che ritmo rispetto all’andamento epidemiologico”.

Sono salite, intanto, a 84 le sequenze della variante Omicron analizzate e depositate nella piattaforma ICoGen, che riceve le segnalazioni della rete di oltre 70 laboratori regionali coordinata dall’Istituto superiore di sanità (Iss). Lo rende noto l’Istituto. Il dato, rileva, è “in forte crescita rispetto alle 55 presenti ieri mattina”. La maggior parte delle segnalazioni (aggiornate alle ore 9 del 18/12) è arrivata da Lombardia (33) e Campania (20), mentre in generale la variante è segnalata in 13 regioni (Lazio 8, Puglia 7, Veneto 5, Piemonte e Emilia Romagna 2, Abruzzo, Calabria, Liguria, Sardegna, Sicilia, Toscana 1) e 1 PA (Bolzano,1).

Mr Moderna: “In tre mesi un vaccino anti Omicron se il booster non basterà”

“La presenza della Omicron era largamente attesa, in linea con quanto osservato anche negli altri paesi, ed è probabile un aumento dei casi nei prossimi giorni”. Lo sottolinea Silvio Brusaferro, presidente dell’Iss, commentando i nuovi dati. “La crescita del numero dei casi depositati – aggiunge – testimonia l’efficienza della rete di monitoraggio, e dei sistemi messi in campo per seguire l’evoluzione della variante. Restano fondamentali le raccomandazioni date finora, di iniziare o completare il ciclo vaccinale anche con la terza dose, di usare la mascherina quando indicato e di seguire le misure individuali e collettive per ridurre al minimo la diffusione del virus”.

L’allarme arriva anche dall’Oms: il numero di casi con variante Omicron è raddoppiato in 1,5-3 giorni nelle aree a trasmissione comunitaria. Ed è molto più contagiosa della Delta. “Omicron si sta diffondendo rapidamente nei Paesi con alti livelli di immunità della popolazione, ma non è chiaro se ciò sia dovuto alla capacità del virus di eludere l’immunità, alla sua intrinseca maggiore trasmissibilità o a una combinazione di entrambi”. Lo afferma l’Organizzazione mondiale della sanità in un ultimo aggiornamento tecnico sulla pandemia dove ha confermto che la variante è ormai presente in 89 Paesi.

“Sono necessari più dati per comprendere il profilo della gravità e in che modo è influenzata dalla vaccinazione e dall’immunità preesistente”, aggiunge l’organizzazione. “I ricoveri nel Regno Unito e in Sudafrica continuano ad aumentare – continua l’Oms – e, dato il numero di casi in rapido aumento, è possibile che molti sistemi sanitari vengano rapidamente sopraffatti”.

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source