190052296 fdeb8875 7429 4e1f b66b 532b927ff918

Omofobia, anche Alessandra Mussolini sostiene il ddl Zan: “Subito la legge”

La Republica News
Pubblicità
Pubblicità

190052296 fdeb8875 7429 4e1f b66b 532b927ff918

“Subito la legge, mai più discriminazioni”. Così Alessandra Mussolini, già europarlamentare di centrodestra in quota Ppe ed ex parlamentare di An prima e di Forza Italia dopo,  postando sui suoi profili social la foto con la scritta “Ddl Zan” sulla mano, aderendo alla campagna Diamoci una mano di Vanity Fair.

Subito la legge … mai più discriminazioni!!!! ?? ?? ?? #DiamociUnaMano #DdlZan @vanityfairitalia

Pubblicato da Alessandra Mussolini su Venerdì 16 aprile 2021

Sempre oggi, intanto, in una nota i due co- portavoce nazionali dei Verdi, Elena Grandi e Matteo Badiali, insieme ad Angelo Bonelli e Luana Zanella, rispettivamente coordinatore e componente dell’esecutivo nazionale dei Verdi, hanno preso posizione a favore del disegno di legge: “Siamo favorevoli a qualsiasi
iniziativa legislativa che consolidi e allarghi la sfera dei diritti sociali e civili, che promuova e tuteli le persone e le comunità più esposte all’odio, alla persecuzione criminale e violenta. Valutiamo pertanto con favore il ddl Zan, ritenendo tuttavia opportuno il rispetto dei principi inderogabili di determinatezza e tassatività nella definizione di nuove fattispecie penali, onde evitare sue applicazioni disomogenee e arbitrarie”.

Legge Zan, Pinotti: “L’omofobia non si combatte con i messaggi sui social. Serve una legge e il Pd la farà approvare”

“Consci che misure come quelle contenute nel ddl non siano ormai più rinviabili – proseguono – riteniamo necessario che venga eliminata ogni ambiguità terminologica, con lo scopo di rendere tangibili ed effettivi dei diritti, anziché trasformarli in contenitori vuoti. Ci auguriamo pertanto che sul disegno di legge ci sia una mediazione alta da parte delle diverse forze parlamentari e che si approvi al più presto un testo che tuteli a 360o tutte le persone che, ogni giorno, sono vittime di violenza, discriminazioni e crimini d’odio”.

Legge Zan contro l’omofobia: critiche a sinistra, nasce il contro-manifesto. Ma Letta conferma l’impegno del Pd

Legge Zan, crepe nel fronte leghista: Zaia apre alla legge anti-omofobia

L’intervista

Legge Zan, il leghista Ostellari: “Io omofobo? No, prima vengono il processo civile e la violenza sugli animali”



Go to Source