“Orribile mattanza”: il video shock delle violenze nel carcere di Santa Maria Capua Vetere

Pubblicità
Pubblicità

Violenza in carcere, i verbali dell’orrore: “Qui è Santa Maria, è il capolinea: qui ti uccidiamo”

In ginocchio con le mani dietro la testa e la faccia rivolta al muro. Poi le manganellate e i calci, anche ad un uomo in carrozzella. Sono le umiliazioni e le violenze impresse nei video del carcere di Santa Maria Capua Vetere e che hanno per protagonisti alcuni agenti di polizia penitenziaria. Gli indagati sono 52.

Le immagini, pubblicate in esclusiva dal quotidiano Domani, mostrano le ore in cui si è consumata quella che il gip ha definito negli atti “un’orribile mattanza” avvenuta all’interno dell’istituto di pena il 6 aprile 2020.

In alcune immagini si vedono gli agenti che creano corridoi umani per costringere i detenuti a passarci in mezzo. Poi le botte e gli spintoni, fino alle celle. Stessa identica scena nel passaggio verso le scale. Alcuni detenuti zoppicano, altri si tengono in piedi a stento, finendo per adagiarsi sul pavimento.

Tutti sono costretti a tenere le mani sulla testa, prestando così il fianco alle manganellate continue anche da parte di agenti in tenuta antisommossa, con caschi e scudi protettivi. In una delle ultime immagini un detenuto viene trascinato a terra da alcuni agenti mentre altri continuano a picchiarlo con i manganelli.

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source