Palermo, lo spacciatore esulta su Tik Tok dopo il blitz della Finanza: “Sono a casa con gli arresti domiciliari”

Pubblicità
Pubblicità

Tik Tok continua ad essere strumento di propaganda criminale. L’ultimo inno alla malavita è di Francesco Gelfo, 22 anni, coinvolto nel blitz del Gico della Guardia di finanza che martedì mattina ha riguardato 9 persone: Gelfo esulta sui social perché non è andato in carcere. “Me l’avete sucato – ha scritto – Sono a casa con gli arresti domiciliari”. E poi due faccine divertite. Sotto: “La galera è di passaggio, sempre a testa alta”. In sottofondo, una delle colonne sonore più gettonate di questo tipo di post, “Rispetto e libertà” di Nello Amato. E giù tanti like, con relativi commenti degli amici. “C’è da andarne fiero”. Oppure: “Diglielo a sti 4 fanghi”. Chissà a chi si riferisce: alle forze dell’ordine o a qualche clan rivale?

Blitz antidroga fra Carini e lo Zen, 9 arresti. In cella un dipendente Rap che spacciava con il mezzo di servizio, licenziato

Un altro commento: “Sempre a testa alta, la paura non fa per noi, cuore mio siamo con te”. Chi sono i “noi” citati? Altro post terribile: “Grande fratello, alla faccia degli infami”. Qui, il riferimento è chiaro: gli infami, ovvero i collaboratori di giustizia, tema ricorrente nei Tik Tok della propaganda criminale.

Storie di mafia, la memoria e la resistenza

Sui social Francesco Gelfo è già diventato un eroe. Qualcuno gli scrive: “Ti ho chiesto l’amicizia su Facebook. Sono di Catania”. I social superano le barriere, gli arresti domiciliari, e lanciano nuove alleanze. Un altro commento invita però alla prudenza: “La giustizia è calma e lenta, farai la stessa fine mia. Prima i domiciliari e poi 18 anni di carcere”. Un altro avverte: “Vedrai, prima o poi 20 anni te li fai”. Ma, al momento, meglio non pensarci. Prevalgono i messaggi di festa e di orgoglio per il carcere scampato. I simboli più rilanciati sono le faccine del leone, del braccio di ferro e della bomba. Tik boss. Con quel video, Gelfo sta solo esultando per avere scampato il carcere o sta comunicando ai suoi clienti che è ancora a disposizione?

Pubblicità

Pubblicità

Go to Source