Palermo: tariffa taxi da 10 euro, via libera giunta a 5 percorsi

Libero Quotidiano News

Condividi:

28 luglio 2020

Palermo, 28 lug. (Adnkronos) – Cinque percorsi da e verso piazza Castelnuovo e piazza Verdi a una tariffa taxi agevolata da 10 euro. E’ quanto previsto dalla delibera approvata dalla giunta comunale di Palermo, su proposta dell’assessore Leopoldo Piampiano. La tariffa unica agevolata, già prevista dal regolamento approvato dal Consiglio comunale, sarà valida sui percorsi: via Belgio/parcheggio taxi piazza Europa, attraverso viale Strasburgo, via Empedocle Restivo, via Sciuti, via Notarbartolo, via Libertà, con arrivo in piazza Castelnuovo/piazza Verdi e viceversa; da viale Regione Siciliana, altezza viale Michelangelo, attraverso viale Lazio, via Libertà con arrivo piazza Castelnuovo/piazza Verdi e viceversa; da viale Regione Siciliana altezza piazza Einstein, attraverso l’asse via Leonardo Da Vinci/Notarbartolo, via Libertà con arrivo piazza Castelnuovo/piazza Verdi e viceversa; dal parcheggio Nina Siciliana, attraverso via Perpignano, piazza Principe di Camporeale, via Dante, con arrivo piazza Castelnuovo/piazza Verdi e viceversa; da viale Regione Siciliana, altezza corso Calatafimi, attraverso corso Calatafimi, piazza Indipendenza, con arrivo in piazza Verdi/piazza Giulio Cesare e viceversa.
“Il taxi – afferma il sindaco Leoluca Orlando – rappresenta sempre più una valida alternativa al mezzo privato e uno strumento di spostamento comodo per i turisti che lentamente stanno tornando in città dopo il blocco per l’emergenza Covid-19. Questo provvedimento lo rende ancora più conveniente ed estende il ‘pacchetto’ delle tariffe agevolate, aggiungendosi a quella da 8 euro e a quelle per il taxi-sharing da e per l’aeroporto”. “Si delinea sempre più un tariffario articolato e flessibile per l’utilizzo dei taxi, frutto di un importante lavoro di dialogo e condivisione fatto proprio con i tassisti – aggiunge l’assessore Piampiano – Nei prossimi giorni intendiamo anche trovare forme di divulgazione rivolte ai palermitani e ai turisti perché possano conoscere e usare al meglio questo mezzo di spostamento in città”.



Go to Source

Commenti l'articolo

Rispondi